spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Uomo soccorso dalla Misericordia di San Casciano: si alza in volo anche Pegaso

    PERGOLATO (SAN CASCIANO) – Momenti di apprensione nel pomeriggio di giovedì 12 settembre quando un uomo di nazionalità straniera ha chiamato il 118 dicendo di sentirsi male, riuscendo a mala pena a fornire le indicazioni di dove si stesse trovando in quell’istante, ovvero in mezzo ad un campo vicino a un'oliveta.

     

    Subito sono stati così chiamati a intervenire il medico e i volontari soccorritori della Misericordia di San Casciano, che dalle indicazioni fornite dall’uomo, si trovava nella strada sopra al piccolo abitato di Pergolato, in via Malafrasca tra San Pancrazio e Santa Cristina in Salivolpe.

     

    Il problema è subentrato nell’individuare il punto esatto dove si poteva trovare, in quanto l’uomo aveva interrotto la comunicazione con la centrale del 118: in più, nel frattempo, aveva perso coscienza rimanendo solo in mezzo al campo.

     

    Solo la conoscenza del luogo da parte dell’equipaggio della Misericordia, ha fatto sì che arrivati in via Malafrasca, sono riusciti finalmente a localizzarlo. 

     

    Nel frattempo era stato allertato anche l’Elisoccorso Pegaso che è stato d’appoggio alla squadra della Misericordia. L’uomo, una volta stabilizzato, è stato così portato al pronto soccorso dell’ospedale di Ponte a Niccheri. Le sue condizioni al momento non sembrano però essere particolarmente gravi.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...