mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Piazza delle Erbe, palazzo invaso dai piccioni. E marciapiede dagli escrementi

    In pieno centro storico, in un palazzo con otto appartamenti vive solo una famiglia: "Più volte abbiamo sollecitato il proprietario degli altri a mettere fine a questa vergogna"

    SAN CASCIANO – Da diversi mesi un tratto di marciapiede di piazza delle Erbe, a San Casciano, versa in totale degrado per gli escrementi di piccione.

    Piccioni che hanno preso “casa” sulle finestre e terrazzi di un palazzo di otto appartamenti.

    Il marciapiede è frequentato da chi proviene da via Borgo Sarchiani in direzione centro e viceversa, da chi arriva da viale Corsini, o dal parcheggio Stianti.

    Inoltre, proprio qui c’è la filiale di una banca (con relativo bancomat) mentre poco distanti ci sono dei negozi.

    Moltissimi son o quindi stufi di vedere tanto sporco, sia dal punto di vista visivo che per una questione d’igiene.

    Tra l’altro, poche settimane fa sono caduti sul marciapiede dei calcinacci dal sottotetto. E basta alzare gli occhi per vedere che anche questa situazione non fa stare tranquilli.

    “Siamo molto preoccupati per quanto riguarda la situazione dei piccioni – ci dice l’unica famiglia residente nel palazzo, in cui risulterebbero vuoti addirittura sette appartamenti su otto – come si può vedere, teniamo gli avvolgibili aperti verso la piazza per evitare che gli escrementi ci cadano sul davanzale”.

    “Siamo dispiaciuti – riprende – anche perché siamo gli unici abitanti. E più volte abbiamo sollecitato il proprietario degli altri appartamenti, affinché si trovi il sistema di mettere fine a questa vergogna”.

    Nel frattempo, mentre facciamo alcune foto, ci ferma una signora: “Finalmente qualcuno si occupa di questa indecenza! Purtroppo c’è anche chi dà mangiare ai piccioni”.

    “Vada a vedere al Torrino – ci esorta – in piazza della Repubblica, dove puntualmente c’è chi gli porta nutre. Io mi sono provata a dire qualcosa, e non le dico le parole che mi sono state dette!”.

    Non ci sono solo questi due punti nel centro storico del capoluogo, piazza delle Erbe e al Torrino di piazza della Repubblica, dove i piccioni lasciano i loro bisogni che nessuno rimuove. Ma qui la situazione è particolarmente compromessa.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...