spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Montefiridolfi: domenica 8 ottobre dedicata ai bambini (e alla scuola dell’infanzia)

    "Piccole note a Monte": si parte con la colazione "decorata", poi super merenda cena, antichi mestieri, concerto...

    MONTEFIRIDOLFI (SAN CASCIANO) – Montefiridolfi si prepara a far festa ai bambini e non solo ai suoi. 

     

    L’occasione sarà domenica 8 ottobre presso il circolo del  paese.  Si tratterà di un’occasione di socialità pensata dal punto di vista dei più piccoli.

     

    Si partirà al mattino, dalle otto in poi, con il buongiorno al bar del circolo dove la consueta colazione sarà arricchita con la decorazione del cappuccino (per i piccoli d’orzo) con delle simpatiche figure.

     

    La decorazione sarà eseguita dai baristi nell’ anima dell’Espesso Academy. Alle nove e mezzo don Rosario Landrini dirà Messa nella sala del circolo. 

     

    Più avanti nella mattinata, quando anche i più dormiglioni avranno fatto colazione (dalle 11.30), sarà il momento degli aperitivi per tutti, nel senso che ci saranno anche bevande adatte ai piccoli protagonisti della giornata.

     

    Anche se il bar resterà aperto ininterrottamente, le attività riprenderanno nel pomeriggio con  delle dimostrazioni di attività  non più abituali nelle nostre case. 

     

     

    Il cestaio, la ricamatrice, la magliaia a mano e  la ricamatrice ad uncinetto spiegheranno il loro lavoro e presenteranno il frutto della loro manualità antica. 

     

    I bambini potranno costruirsi dei loro quadretti con foglie e fiori secchi sotto la guida di due decoratrici che li guideranno nella composizione. 

     

    La memoria rurale del paese farà ribadita anche da una dimostrazione della vinificazione tradizionale pensata per interessare e coinvolgere i bambini.

     

    A turno potranno schiacciare con i piedi (protetti da stivali di gomma) dei grappoli di uva sangiovese in un catino di legno. 

     

    Poi sposteranno l’uva pestata in un adeguato strettoio che, una volta azionato, farà sgorgare del mosto. Questo, con una brocca, sarà versato in un caratello che farà la funzione del tino per la fermentazione.

     

    Nel pomeriggio, compatibilmente con le prove del concerto successivo, i maestri di musica presenteranno il loro lavoro, invitando i giovani interessati ad un primo contatto con gli strumenti.

     

    Dopo la merenda cena, che rappresenta un’ulteriore occasione di convivialità, la giornata arriverà alla sua attrazione principale: un concerto di grandi musicisti, anche se ancora giovanissimi. 

     

    Il repertorio sarà di musica classica con pianoforte, arpa, tromba, flauto e coro. Alle dieci di sera tutti già a letto, la mattina dopo c’è da andare all’asilo o a scuola….

     

    L’iniziativa, scaturita da un’idea del Gonza (Gabriele Sani), è stata sviluppata dalla Ditta Razzi e Mozzi in collaborazione con l’Accademia Musicale Ars Nova, il circolo montigiano e l’assessorato alla cultura. Il ricavato della manifestazione andrà a favore dell’asilo locale.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...