spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Michele Placido e Anna Bonaiuto saranno omaggiati con il Premio Morrocchesi

    La cerimonia si terrà giovedì 28 febbraio al termine dello spettacolo "Piccoli crimini coniugali"

    SAN CASCIANO  – Il premio Antonio Morrocchesi, riconoscimento che l’amministrazione comunale conferisce ogni anno ai protagonisti del panorama culturale e artistico italiano, raddoppia e premia la carriera di due giganti della scena.

     

    Si tratta di Michele Placido e Anna Bonaiuto, interpreti del prossimo appuntamento della stagione in abbonamento del Teatro Niccolini promossa in tandem dal Comune e Fondazione Toscana Spettacolo.

     

    Si preannuncia una serata speciale quella che la giunta Pescini ha organizzato giovedì 28 febbraio alle ore 21 quando il sipario del teatro ottocentesco si alzerà sullo spettacolo “Piccoli crimini coniugali” di Eric Emmanuel Schmitt.

     

    L’allestimento, prodotto da Goldenart Productions, vedrà salire sul palcoscenico dello stabile chiantigiano Michele Placido, in veste di attore e regista, e Anna Bonaiuto.

     

    Il premio Antonio Morrocchesi, che da diciotto anni rende omaggio al percorso artistico di figure di spicco nel mondo del teatro, sarà conferito al termine dello spettacolo.

     

    “Siamo onorati – dichiara il sindaco Massimiliano Pescini – di riconoscere pubblicamente il valore di due dei più grandi interpreti della scena che portano il nome della cultura italiana in tutto il mondo, per loro abbiamo preparato, come vuole la tradizione di questo premio, doni-simbolo che ci identificano e parlano della nostra cultura e del territorio, volumi storici, una bottiglia di vino di una prestigiosa casa vitivinicola del territorio e un’opera in legno intagliato realizzata dall’artigiano Omero Soffici”.

     

    “Michele Placito e Anna Bonaiuto – dice l’assessore Chiara Molducci – hanno contribuito alla crescita, al potenziamento e all’accessibilità dei linguaggi teatrali rivolti al grande pubblico. Siamo felici di accoglierli con il loro spettacolo che affronta temi di grande attualità come le altalene e i giochi del cuore nei percorsi affettivi e sentimentali che attraversano la vita matrimoniale”.

     

    Il premio Morrocchesi è un riconoscimento ispirato all’opera del drammaturgo Antonio Morrocchesi, attore teatrale sancascianese della seconda metà del ‘700. Tanti i nomi di primo piano che si sono alternati sul palcoscenico del Niccolini.

     

    Dalla stagione teatrale 1999/2000 hanno ricevuto il premio Giorgio Albertazzi, Gianrico Tedeschi, Franca Valeri, Paolo e Lucia Poli, Massimo Ghini, Isa Danieli, Alessandro Benvenuti, Umberto Orsini, Ottavia Piccolo, Elio De Capitani e Ida Marinelli, Laura Curino, Sandro Lombardi, Alessio Boni, Milena Vukotic, Glauco Mauri.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua