spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un lettore indignato ci invia le foto: “Nessun limite a degrado e ignoranza”

    SAN CASCIANO – Avevamo appena finito di pubblicare le riflessioni dell'assessore all'ambiente del Comune di San Casciano, Carlo Savi, sulle problematiche dell'abbandono di rifiuti accanto ai cassonetti che in queste ultime settimane si sono fatte più pressanti (clicca qui per leggere l'articolo), che ecco arrivare un'altra testimonianza da parte di uno dei nostri (come sempre) attentissimi lettori.

     

    E se l'assessore Savi indicava in via don Pellizzari, piazzale Aldo Moro e via del Gentilino (alla quale noi abbiamo aggiunto viale Corsini) le postazioni più problematiche, giudicando dalle foto che trovate sopra (inviate appunto da un nostro lettore) anche quella del parcheggio dei Chisci, proprio sotto la scuola materna… non è da meno.

     

    "Non c'è limite al degrado e all'ignoranza – scrive il lettore indignato – e spesso ci si trova davanti a una situazione del genere. Per non parlare poi se tira vento… allora sì… i fogli in esubero sembrano spartiti al vento… uno schifo! In un paese in cui la nettezza ce la fanno pagare a caro prezzo! Che vergogna!".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...