spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Attorno alle 16 la rottura. Si lavora per ripristinare la fornitura e riaprire la strada

    BARGINO (SAN CASCIANO) – Un cavo della fornitura del gas, tranciato durante i lavori di posa della nuova conduttura per l'acqua al Bargino, sta causando dalle 16 di oggi numerosi problemi agli abitanti della frazione e agli automobilisti di passaggio.

     

    Anche le nuove Cantine Antinori e gli esercizi pubblici del Bargino sono rimasti senza gas, acqua, luce: per dare l'idea della perdita, sono intervenute quattro squadre dei vigili del fuoco e una unità per la rilevazione nell'aria. Famiglie evacuate e rimaste a lungo, appunto, senza acqua, energia elettrica, gas.

     

    Il paese infatti è rimasto senza forniture e, per quanto riguarda il gas, lo rimarrà ancora per alcune ore, almeno fino a quando il guasto non verrà completamente riparato: allo stesso tempo, fino a quando le condizioni di sicurezza non saranno ripristinate, la strada rimarrà chiusa.

     

    Si pensa che il tutto dovrebbe risolversi in tarda serata: intanto i vigili del fuoco hanno svolto il loro lavoro e sono ripartiti. Sono intervenuti anche i carabinieri della Stazione di San Casciano e la polizia municipale.

     

    Sul posto anche il sindaco di San Casciano, Massimiliano Pescini, insieme all'assessore ai lavori pubblici Roberto Ciappi: "E' stata una rottura importante, sulla quale è stato effettuato ed è attualmente in corso un intervento molto consistente. Gli abitanti del Bargino dovranno avere pazienza fino a quando tutto sarà a posto: ci hanno detto che dovrebbe esserlo in tarda serata".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...