spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 1 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, buoni spesa: Riaperti i termini per assegnarli alle famiglie in difficoltà

    I contributi saranno assegnati esclusivamente ai cittadini di San Casciano che non avevano presentato la domanda entro l’11 gennaio scorso

    SAN CASCIANO – Si sono riaperti a San Casciano i termini per la concessione dei buoni spesa, rivolti esclusivamente ai cittadini residenti nel territorio comunale che non avevano presentato la domanda nella precedente fase di consegna, entro l’11 gennaio scorso.

    Possono effettuare la richiesta fino a domenica 28 febbraio i cittadini che si trovano in difficoltà economica causata dalle misure legate all’emergenza Covid-19.

    Con i buoni spesa è possibile acquistare medicinali, prodotti alimentari, prodotto per l’igiene personale (compresi pannolini, pannoloni, assorbenti) e per l’igiene della casa.

    Il contributo, concesso una sola volta, viene erogato in relazione al numero di componenti del nucleo familiare.

    Nell’assegnazione dei buoni spesa il Comune terrà conto delle famiglie più esposte ai rischi derivanti dall’emergenza epidemiologica dando priorità a coloro che non risultano già assegnatari di sostegno pubblico.

    Le domande possono essere presentate on line con le seguenti modalità: domanda on line sull’apposito form al link https://www.unionechiantifiorentino.it/richiesta-buoni-spesa-dicembre-2020-comune-di-san-casciano-in-val-di-pesa.

    La domanda verrà completata successivamente al momento del ritiro dei buoni.

    E’ attivo un numero dedicato, disponibile ad offrire supporto nella compilazione online: 0558256270, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 e lunedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...