spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, Roberto Ciappi al lavoro per il bis da sindaco: saranno cinque le liste a sostenerlo alle urne

    Candidatura presentata e comitato elettorale aperto: "Non lasceremo nessuno indietro, con competenza, affronteremo i problemi in prima persona, con verità e trasparenza"

    SAN CASCIANO – “Il 13 aprile è stato un bellissimo pomeriggio. La presentazione del candidato sindaco della coalizione di centrosinistra, Roberto Ciappi, è stata accolta con entusiasmo da tante persone, con tanta voglia di fare e di lavorare insieme. Una bella comunità sì è trovata insieme per ascoltare Roberto, condividere con lui questo momento e inaugurare la sede del comitato (via Machiavelli 8)”.

    Lo annunciano con gioia dal comitato che sostiene la candidatura a sindaco dell’attuale primo cittadino, Roberto Ciappi.

    Che andrà alle urne con il sostegno di cinque liste: del suo partito, il Pd, di Sinistra Civica San Casciano, di Il Cuore Civico di San Casciano, di Italia Viva.

    E di una nuova lista civica, coordinata dall’attuale consigliere comunale di opposizione Marco Pagliai, in consiglio nella lista San Casciano Civica, ma che ha fondato Impegno San Casciano Comune.

    Inoltre, Azione, Più Europa e i Socialisti sosterranno la candidatura di Ciappi senza liste proprie.

    “Questi anni – proseguono dal comitato elettorale pro-Ciappi – non sono stati semplici dopo il Covid è stato necessario riprogrammare ricercare e ottenere fondi Pnrr per sviluppare il nostro territorio, con più servizi e più efficienza, aperto a tutti e tutte con equità”.

    “La capacità di stare vicino alle persone – riprendono – di ascoltarle in maniera empatica, con competenza, dedizione e molta volontà hanno permesso a una comunità di lavorare insieme per affrontare le varie situazioni di crisi che si sono succedute attorno a noi e nel mondo. Non possiamo più pensarci come isolati, ma come parte di una complessità, che se viene colpita, può mandare in crisi molti sistemi”.

    “Roberto Ciappi – affermano convinti – indica una strada per questo. Non si basta da soli, bisogna aiutarsi reciprocamente…”.

    “Oggi – sottolinea il sindaco uscente – ho la consapevolezza che ogni storia, la mia storia sia strettamente interdipendente da chi mi ha magistralmente preceduto e da chi mi accompagna, da chi mi sostiene, da tutti voi, quindi, oggi teste, mani, cuori. Insieme per costruire e insieme perché le cose si fanno meglio! Sono stati fatti degli errori, ma con il cuore di chi fa le cose non di chi si limita a discuterne”.

    “La visione che proponiamo – proseguono è quella di un centro sinistra di governo ampio con valori e idee condivise solide finalizzati al bene comune”.

    “Proponiamo un territorio sempre più a misura delle persone – riprendono – e di una società attenta alle esigenze dei “fragili”. L’equità si ottiene supportando le varie fragilità, sostenendole con interventi proporzionati che trasformino le criticità temporanee, non appena superate, in ricchezza comune”.

    “La diversità così diventa possibilità – aggiungono ancora – L’investimento sulla società futura che immaginiamo è anche questo. Fare in modo che tutti portino un contributo e che questo possa essere rimesso a servizio dell’altro.

    “Ci ricandidiamo – specifica in conclusione Roberto Ciappi – dicendo a San Casciano che noi non lasceremo nessuno indietro, con competenza, affronteremo i problemi in prima persona, con verità e trasparenza, insieme, con quella visione di comunità che ci ha resi sempre riconoscibili perché dalla parte di tutti, indistintamente”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...