spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sedici anni fa l’addio: anche oggi Santa Messa in ricordo di don Gino Gamannossi

    Alle 21.30 la funzione nel piazzale davanti alla "sua" Pieve di Santa Cecilia a Decimo, celebrata da Padre Rosario Landrini. E ci sarà un'assenza pesante quest'anno

    SAN CASCIANO – Sono trascorsi 16 anni da quel 10 agosto 2005, giorno di San Lorenzo, quando all’età di 91 anni lasciò la vita terrena don Gino Gamanossi, parroco dal 1961 della Pieve di Santa Cecilia a Decimo.

    Amato non solo dal suo popolo, ma anche da chi dalla provincia e da altre regioni arrivava a San Casciano.

    Alla ricerca di quel prete che aveva la nomina dall’Arcidiocesi di Firenze di praticare esorcismi.

    Tante sono le testimonianze di persone che dopo una sua benedizione hanno ritrovato la serenità, o quelle di improvvise guarigioni.

    Ma mai don Gino ha affermato di aver compiuto dei miracoli: saper ascoltare, dare una parola di conforto in momenti difficili, era quello che don Gino riusciva a fare, arrivava all’anima delle persone portando loro sollievo.

    Lì, nella Pieve di Decimo, ancora oggi si percepisce la sua presenza. E grazie a don Massimiliano Gori, proposto della Collegiata di San Cassiano, la chiesa di Decimo continua la sua vita sulle orme di don Gino.

    Così oggi, martedì 10 agosto, alle ore 21.30 ci sarà una Santa Messa sul piazzale della Pieve di Decimo in suo ricordo, presieduta da Padre Rosario Landrini.

    Quest’anno purtroppo non ci sarà colui che per anni si è preso cura di don Gino, assistendolo anche durante i giorni della malattia: il sacrestano Renzo è infatti venuto a mancare poche settimane fa.

    Con don Gino aveva un rapporto fraterno e a lui dedicava una devozione particolare.

    Ricordiamo così anche Renzo, che non troveremo nella notte di San Lorenzo a tagliare il cocomero come di consueto faceva dopo la Santa Messa: quest’anno sarà a far festa insieme a don Gino. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...