domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Settantenne cade mentre sta raccogliendo le olive: in codice giallo (con Pegaso) a Careggi

    E' improvvisamente caduto dalla scala sbattendo violentemente la testa sul terreno. Immediatamente soccorso da altre persone che erano insieme a lui, che hanno chiamato il 118

    PONTEROTTO (SAN CASCIANO) – Incidente nei campi del Ponterotto nel pomeriggio di oggi, venerdì 30 ottobre, tra via Certaldese e via delle Siepi, vicino allo stabilimento Laika.

    Un uomo di settant’anni, mentre era intento a raccogliere le olive, è improvvisamente caduto dalla scala sbattendo violentemente la testa sul terreno.

    E’ stato immediatamente soccorso da altre persone che erano insieme a lui, intente anch’esse nella raccolta.

    Da subito molto spaventate, in quanto in un primo momento il 70enne non rispondeva alle sollecitazioni di chi si stava prodigando ad aiutarlo.

    E’ stato chiamato subito il 118 che ha inviato un’ambulanza con medico e volontari soccorritori da San Casciano.

    E, vista la brutta caduta, è stato fatto alzare in volo anche l’elisoccorso Pegaso, che in breve è atterrato poco distante dal luogo dell’incidente.

    Dopo le prime cure e stabilizzato, il settantenne è stato trasferito sull’elicottero per essere trasportato all’ospedale di Careggi in codice giallo.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...