spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 15 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Stasera all’Everest di San Casciano seconda proiezione de “Il diritto di contare” con il commento dei ragazzi delle medie

    Una storia di discriminazione negli Stati Uniti degli anni Sessanta. Ieri prima serata, con tanta gente. Oggi si replica, "sfidando" la finale di Coppa Italia...

    SAN CASCIANO – Una storia di discriminazione ambientata negli Stati Uniti negli annii ’60: è “Il diritto di contare”, di cui parleranno i ragazzi della 2F della scuola media “Ippolito Nievo” di San Casciano, stasera, 24 maggio.

    Molto partecipata la prima serata di proiezione, andata in scena ieri, martedì 23 maggio, xcon il commento degli studenti della 2D.

    Quando introdurranno la proiezione del film (gratuita e aperta a tutti, dalle 20.45) al Cinema Everest di San Casciano.

    Una serata in cui la visione si va a “scontrare” anche con la finale di Coppa Italia fra Inter e Fiorentina: quindi, a maggior ragione, chi può vada a godersi questa bella esperienza di cinema insieme agli studenti delle medie.

    Nell’attesa, all’interno del blog di Vi pORTIamo al Cinema, proprio gli studenti hanno parlato di cos’è per loro oggi la discriminazione… leggeteli qui!

    La risposta è stata unanime: la discriminazione è ben presente ancora oggi, e la troviamo declinata in tante forme diverse e spesso tra i banchi di scuola.

    DAMIANO

    Un esempio di discriminazione oggi è quando sei obeso e ti prendono in giro per questo. Io non l’ ho vissuto sulla mia pelle, ma ho visto alcuni esempi intorno a me.

    ENEA

    Io mi sento effettivamente discriminato. Sono per metà calabrese e ultimamente molti meme online prendono in giro la Calabria e i suoi abitanti. Molti ragazzi in classe mi danno nomignoli offensivi che hanno a che fare con la Calabria, come “‘ndujone” o “calabbrese”. Non capisco cosa ho fatto di male per essere discriminato e non mi piace…

    VIC

    Mi è capitato molte volte di assistere ad un evento discriminatorio. Uno in particolare che ricordo risale a quando facevo la 3 elementare e un mio amico mi chiese di giocare con lui ma senza coinvolgere il mio amico di colore; io gli risposi che senza di lui non avrei giocato.

    Da quel giorno siamo diventati tutti e 3 grandi amici.

    EMMA R.

    Oggi si fanno delle discriminazioni se una persona è di un’altra religione o comunque di un’altra cultura diversa dalla nostra.

    DAVID

    Volevo riportarvi alcuni esempi di discriminazione oggi nel mondo, ad esempio come quando recentemente negli Stati Uniti sono state uccise alcune persone afroamericane innocenti: quello che mi stupisce di più è che sono state le forze dell’ ordine ad ucciderli.

    Poi i poliziotti sono stati processati e condannati, e questa è una buona notizia dal mio punto di vista.

    Un altro esempio di discriminazione è stato sempre quando negli Stati Uniti un autobus pieno di cinesi è stato preso letteralmente a mazzate (passatemi il termine molto volgare) soltanto perché pensavano che fosse responsabilità appunto dei cinesi la diffusione del Covid nel mondo; fortunatamente anche questi delinquenti sono stati arrestati.

    ALESSANDRO

    Ci sono vari tipi di discriminazione oggi: per il colore della pelle, per il fisico, per culture o credenze diverse e per tanti altri motivi.

    La maggior parte di queste discriminazioni si provano nei vari gruppi scolastici.

    EMMA C.

    Un momento di discriminazione è quando delle persone ne escludono un’altra ad esempio per il colore della pelle o per l’aspetto fisico; oppure anche quando dei compagni di classe danno dei nomignoli ad una persona per il nome straniero che porta.

    TOMMASO

    Un esempio di discriminazione è quando una persona ne esclude un’altra perché non è della sua stessa nazionalità o del suo paese.

    Oppure un altro esempio è quando si esclude una persona perché questa non segue la nostra stessa squadra, di calcio o di qualsiasi altro sport.

    Anche voi vedete spesso episodi di discriminazione ? Venite in sala stasera alle 20.45 al Cinema Everest. E’ l’ultima proiezione di questo anno scolastico (poi ve ne saranno altre due ad ottobre)… non mancate!

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...