spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Con la bella stagione il piezometro destinato a venire preso… d’assalto

    E’ di nuovo in funzione l’ascensore della Torre del Chianti in viale San Francesco. Dopo qualche disagio per l’attesa di un pezzo di ricambio dell’ascensore, che aveva lasciato a “terra” chi voleva andare a godere il bellissimo paesaggio dal punto più alto di San Casciano, adesso è di nuovo possibile fare questa escursione.

     

    Che porterà a scoprire, anche per chi vi è già stato, sempre qualcosa di nuovo e di affascinante, grazie anche alla bella stagione che consente di apprezzare tutto ciò che ci circonda, scoprendo anche cose mai viste prima.

     

    Inoltre, come da decisione dell'amministrazione comunale sancascianese, il luogo è stato anche predisposto per la celebrazione dei matrimoni con rito civile.

     

    Il costo del biglietto è di 5 euro comprensivo di visita al museo oppure di 2 euro per la sola visita alla Torre del Chianti. Gli orari di apertura sono i seguenti: dall'1 aprile al 31 ottobre (orario estivo) lunedì e venerdì ore 10-12.30 (su prenotazione); sabato e domenica ore 10-12.30 e 16-19 (su prenotazione). Dall' 1 novembre al 31 marzo (orario invernale) lunedì ore 10-12.30 (su prenotazione), sabato e domenica ore 10-12.30 e 15-17 (su prenotazione).

     

    Numeri Utili per prenotazioni ed informazioni: Museo di San Casciano Val di Pesa, via Lucardesi 10, 0558256385, museo@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua