mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Un momento storico, per San Casciano e il Chianti fiorentino: è attivo il distaccamento dei vigili del fuoco

    Sono operativi, per il momento dalle 8 alle 20, dal COC (Centro Operativo Comunale) del Bardella. E copriranno una vasta area fra San Casciano, Greve, Impruneta, Barberino Tavarnelle...

    SAN CASCIANO – Un giorno importante, potremmo dire storico, quello di lunedì 13 luglio: per il comune di San Casciano e per buona parte del Chianti fiorentino.

    Perché nella zona artigianale del Bardella, in via di Cigliano, sono arrivati i tanto attesi vigili del fuoco.

    Dunque sono già operativi, per il momento dalle 8 alle 20: una sorta di presidio temporaneo in attesa del completamento della caserma, dopodiché saranno attivi 24 ore su 24. Per ora infatti occupano gli spazi del COC (Centro Operativo Comunale).

    Non c’è stata ancora nessuna inaugurazione ufficiale, ci sarà tempo, ma quando abbiamo visto il primo mezzo nel piazzale in terra battuta, è stata una grande gioia.

    Finalmente i tempi degli interventi saranno più brevi rispetto a quando le squadre devono partire dal distaccamento di Firenze Ovest, da via la Farina o da Petrazzi (Castelfiorentino).

    Per intervenire sugli incendi o sull’Autopalio, in caso di incidenti, e altro ancora. Addirittura la presenza dei vigili del fuoco potrebbe rappressentare anche un elemento che potrà calmierare i premi assicurativi che devono pagare le imprese.

    Un grazie va anche a chi si è speso per questo risultato: la vecchia e la nuova amministrazione comunale sancascianese, i vertici fiorentini dei vigili del fuoco.

    E naturalmente un grazie (e un in bocca al lupo) va a tutto il personale in servizio che si avvicenderà nella nuova Stazione dei V.V.F.F. di San Casciano.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino