spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giro di vite a San Casciano, Tavarnelle e Barberino: agenti forniti di fotocamera digitale

    SAN CASCIANO-TAVARNELLE-BARBERINO VAL D'ELSA – Giro di vite contro gli incivili. Oltre agli ispettori ambientali e ai sistemi di videosorveglianza, saranno i vigili del Corpo unico della polizia municipale di Barberino, San Casciano e Tavarnelle ad andare a caccia di comportamenti incivili per individuare, muniti di fotocamera, le aree e gli eventuali responsabili di discariche a cielo aperto e abbandoni selvaggi di rifiuti.

     

    I Comuni dell’Unione comunale del Chianti Fiorentino dichiarano guerra a chi sporca e decidono di inasprire i controlli mettendo in atto una serie di interventi capillari e diffusi.

     

    L’obiettivo è quello di arginare e contrastare un fenomeno che nel territorio chiantigiano conta numerosi episodi e interessa sia i centri abitati sia le aree periferiche.

     

    Ad immortalare coloro che non rispettano il corretto conferimento dei rifiuti saranno le pattuglie dei vigili i quali,  anche in borghese, setacceranno strade, piazze, zone di campagna.

     

    I cittadini che trasgrediscono le norme, incuranti del rispetto per l’ambiente e del decoro urbano, rischiano di essere identificati dai vigili-fotografi e seriamente multati.

     

    “Abbiamo messo a disposizione dei cittadini servizi gratuiti – dice il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini – per dismettere i rifiuti ingombranti, gratuiti e comodi, stiamo investendo attraverso Quadrifoglio sull’ampliamento e l’innovazione di rifiuti a Canciulle, abbiamo lavorato sulla raccolta differenziata e sulla riduzione dei rifiuti con progetti di rete che hanno ottenuto anche i finanziamenti europei".

     

    "Pensare che tutto ciò venga vanificato dai gesti di alcuni incivili e indifferenti al bene comune – prosegue – atteggiamento che indispettisce peraltro chi invece adotta comportamenti virtuosi, fa pensare che dobbiamo inasprire i controlli e le sanzioni: è ora di colpire duramente chi si comporta in questo modo”. 

     

    “I cittadini attivi e solerti – aggiunge il comandante del Corpo unico della polizia municipale Mariagrazia Tosi – offrono con le loro segnalazioni un contributo importante alla tutela dell’ambiente e del patrimonio pubblico, oltre alla sicurezza dei luoghi in cui vivono e che condividono con gli altri; per questa ragione invito gli abitanti dei Comuni di Barberino, San Casciano e Tavarnelle a denunciare, anche in forma anonima, episodi legati a conferimenti illeciti, è possibile inoltrare le segnalazioni contattando gli uffici della  polizia municipale ai numeri 055 8256400 – 055 8075674”.  

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...