spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Hanno superato il corso e collaboreranno a per tenere aperta la terrazza panoramica

    SAN CASCIANO – Dopo la firma per la convenzione fra Comune di San Casciano e Anteas Cisl zona Chianti, allo scopo di promuovere attività integrative di sorveglianza e assistenza al pubblico per l’accesso e per incrementare l’apertura della Torre del Chianti in viale San Francesco, i primi volontari (venerdì 12 luglio) hanno brillantemente superato il corso.

     

    Tenuto da personale specializzato per le nozioni d’intervento in caso di un’eventuale emergenza, alla presenza di Leonardo Baldini, responsabile del Servizio Socio-culturale del Comune di San Casciano, e di Renzo  Masi, assessore allo sviluppo economico e turismo.

     

    Il “battesimo” per i volontari Anteas in occasione del loro primo servizio si terrà giovedì 18 luglio dalle 19 alle 20: un'ora dal tema azzeccatissimo e romantico, ovvero “Il tramonto visto dalla Torre del Chianti”. 

     

    Alla fine del corso i volontari, assieme a Maria Pia Leoncini (segretario della Lega Pensionati di San Casciano), Marco Ninci (presidente dell’Anteas zona Chianti), hanno posato per una foto ricordo assieme a Leonardo Baldini e Renzo Masi.  

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...