spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 29 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Beatrice Visibelli e Nicola Zavagli, per un incredibile spettacolo con un monumento del nostro sport

    Metti due sancascianesi per i quali il palco del teatro è casa loro (Nicola Zavagli e Beatrice Visibelli) e un pallavolista del calibro di Andrea Zorzi, campione nell'Italia dei giganti allenata da Julio Velasco a inizio anni Novanta, ed ecco uno spettacolo davvero unico nel suo genere.

     

    Sabato 22 dicembre alle 21, al Teatro di Rifredi di Firenze, sport, cultura e solidarietà si fondono insieme per un avvenimento eccezionale. La Compagnia Teatri d'Imbarco, in collaborazione con l'assessorato allo sport del Comune di Firenze, mette in scena "La leggenda del pallavolista volante" di Andrea Zorzi e Nicola Zavagli. Parte dell'incasso sarà devoluta all'associazione Giglio Amico.
     

    E' il viaggio nello sport attraverso la vita di un grande campione del passato, Andrea Zorzi, oggi giornalista (opinionista Sky), che sale sul palcoscenico di un teatro. Che, per magia, si trasfigura in un fantastico campo da pallavolo. Un gigante (in ogni senso) che ha segnato la storia della nostra pallavolo; un racconto teatrale per scoprire in leggerezza la filosofia della disciplina sportiva, il suo insegnamento morale. Si gioca una partita tra sport e teatro, tra sport e cultura, per metterli finalmente alla pari.
     
     
    Biglietti: intero 14 euro, ridotto 12 euro. Per informazioni e prenotazioni: Compagnia Teatri d'Imbarco, 055310230, 3294187925, info@teatridimbarco.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...