spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli travolto da una vera e propria tempesta d’acqua: strade come fiumi a Grassina e Antella

    “Criticità ovunque - ci dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini - Abbiamo attivato il COC (Centro Operativo Comunale)"

    BAGNO A RIPOLI – La perturbazione, che nel tardo pomeriggio si è abbattuta soprattutto sul Chianti fiorentino, dalle 21.30 circa ha iniziato a colpire forte forte sull’area immediatamente adiacente a Firenze.

    # Tempesta del 15 agosto, il punto del sindaco Francesco Casini: “Evento senza precedenti”

    # Acqua, fango, detriti e rabbia. La lunga notte di Bagno a Ripoli, travolta dal nubifragio di Ferragosto

    # Pioggia e grandine arrivate sul Chianti fiorentino: a Mercatale un albero si abbatte su alcune auto in sosta

    # Nubifragio di Ferragosto: Mercatale colpito pesantemente. Alberi caduti, grandine, strade allagate

    Segnalazioni di gravi criticità nel comune di Bagno a Ripoli: in particolare da Grassina, Ponte a Ema e Antella.

    Dove le strade sono diventate veri e propri fiumi in piena. E alcune zone sono finite, letteralmente, sott’acqua.

    “Criticità ovunque – ci dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – Abbiamo attivato il COC (Centro Operativo Comunale)”.

    “Sul campo ci sono polizia municipale – prosegue – protezione civile, la Vab, i carabinieri in azione e sono stati attivati vigili del fuoco”.

    “Al momento – fa sapere – risultato allagamenti importanti in via Labriola e danni a beni pubblici, come marciapiedi o alberature”.

    “Allagamenti – dice ancora – si registrano in garage seminterrati a Grassina (in particolare nella zona di Bubè, in via Brodolini) e via Brigate Partigiane, ad Antella. In via Longo e via Nenni a Ponte a Ema. Ma anche, sempre a Grassina, in via Tegolaia, Quercioline. E a Capannuccia”.

    “Antella – conclude il primo cittadino ripolese – dove si stanno registrando le maggiori criticità, dove si sono registrate esondazioni”.

    Antella (così come Grassina e Ponte a Ema del resto) che, vedendo foto e video diffusi da tanti cittadini sui canali social, risulta davvero in condizioni di criticità estrema. In particolare nel suo centro storico.

    Anche al Galluzzo strade come fiumi in piena e livello dell’Ema che genera preoccupazione.

    Il livello idrometrico dell’Ema

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...