spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fratellanza Popolare di Grassina, il nuovo consiglio si è insediato: Michele Cotugno confermato presidente

    Una novità, vicepresidente è stata nominata la neo eletta Silvia Baracchi: "Un riconoscimento anche alla Pubblica Assistenza di San Polo, da cui proviene"

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Mercoledì 4 maggio presso i locali della Fratellanza Popolare e Croce d’Oro di Grassina, in via Spinello Aretino, consiglieri uscenti e nuovi, in carica fino al 2025, si sono ritrovati in conseguenza all’esito delle votazioni tenutesi nel pomeriggio di sabato 30 aprile, al termine dell’assemblea generale dei soci svoltasi nella stessa mattina.

    “Fratellanza non è solo una parola, non è solo una ragione sociale, è un concetto. E se si guardano le elezioni appena terminate da questo punto di vista, non esistono né vincitori, né vinti, ma un gruppo di volontari che si è messo, coraggiosamente, a disposizione dell’associazione. Ma soprattutto della popolazione”.

    E’ con queste parole cariche di significato che la presidenza ha invitato gli interessati alla serata, preparandosi a ripartire (e continuare) con il consiglio direttivo che si è ufficialmente insediato.

    La lista completa dei candidati con l’esito finale è consultabile direttamente qui.

    “Un triennio carico di aspettative in merito ai progetti e agli obbiettivi a cui la Fratellanza ambisce arrivare – ha dichiarato nella serata il presidente rieletto Michele Cotugno, che ha ringraziato per la rinnovata fiducia – lo ritengo un onore e mi auguro di essere all’altezza della responsabilità”.

    “Spero di poter mettere a disposizione l’esperienza e la conoscenza maturata in questi anni – ha auspicato – che possa essere patrimonio di tutti. Soprattutto dei più giovani”.

    Subito da lui una novità nella distribuzione delle cariche: la nomina alla vicepresidenza della neo eletta Silvia Baracchi.

    “Oltre alla sua competenza mi piace pensare che possa essere anche un riconoscimento alla Pubblica Assistenza di San Polo da cui proviene, storicamente legata alla nostra associazione” ha dichiarato il presidente.

    “Fare squadra” è stato l’invito con cui il presidente Cotugno ha proseguito il suo discorso, in funzione dei più giovani e sottolineando quanto sia per lui fondamentale il lavoro del gruppo con la loro presenza.

    “Credo sia necessario un ricambio generazionale – ha proseguito – sia nei livelli operativi che dirigenziali. I giovani che abbiamo sono un successo dell’associazione ed è importante che tutti i candidati, eletti e collaboratori mi piace definirli, partecipino attivamente insieme al di là dei risultati delle elezioni. Perché solo con l’aiuto di tutti potremo fare un buon lavoro”.

    “Un consiglio direttivo che sarà chiamato a gestire un’associazione che gode di buona salute – sono queste le parole che aveva usato durante l’assemblea del 30 aprile – che si conferma una delle associazioni più importanti del territorio dal punto di vista di supporto alla popolazione nell’ambito dei trasporti sociali. E che, contemporaneamente, fornisce assistenza in emergenza 24 ore su 24 oltre a molti altri servizi”.

    “Un’associazione – aveva ricordato ancora il presidente – che ha aperto un Poliambulatorio poco prima della pandemia. Che durante il 2021 si è rimesso in moto tornando ad un livello di prestazione dei servizi pre-Covid. E che ha aperto il 2022 in rialzo, grazie anche ad alcune novità nei macchinari”.

    Una Fratellanza sempre più al servizio dei cittadini anche con i prelievi, che sono stati ulteriormente potenziati.

    Con i servizi infermieristici anche a domicilio, in fase di attivazione, aveva aggiunto ancora il presidente.

    “Una situazione inoltre – aveva concluso – che viaggia in linea con la parte amministrativa e finanziaria. Consentendo quindi all’associazione di guardare con fiducia ai prossimi anni”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...