spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Video-choc su Instagram: salta sui merli della Rocca di Castellina in Chianti

    Postato da Pedro “Phosky” León Gómez: lungo la cinta muraria a decine di metri dal suolo senza alcuna forma di protezione

    CASTELLINA IN CHIANTI – Lui si chiama Pedro “Phosky” León Gómez, ed è uno spagnolo che fa (anche) parkour. E che ha (fra le altre interfacce online) una pagina Instagram, phoskygup.

    Ovvero quella disciplina nata negli anni Ottanta che si è sviluppata sull’abilità di compiere acrobazie, spesso anche pericolose, in contesti molto spesso urbani.

    Stavolta però, stando almeno al video postato sul canale Instagram tre giorni fa (lo vedete qui sotto) ha davvero esagerato.

    Lo si vede (dovrebbe infatti essere lui) saltare, senza alcuna forma di protezione, da merlo a merlo lungo la cinta muraria della Rocca di Castellina in Chianti.

    Sede, fra l’altro, del Museo Archeologico del Chianti Senese.

    In basso, molto in basso, la piazza castellinese e il ristorante La Torre.

    “Roba da Assasins Creed – scrive a corredo del video – Non posso essere il turista medio vero?”.

    Solo una cosa da dire in conclusione: non imitatelo assolutamente.

    In nessun modo.

    Parkour sui merli della Rocca di Castellina, il Museo Archeologico: “C’è preoccupazione”

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...