spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il divieto di uso per consumi permane a San Casciano capoluogo, Greve capoluogo e Ferrone

    GREVE IN CHIANTI-SAN CASCIANO – Aggiornamento di Publiacqua ai cittadini in merito alla situazione in corso da ieri e relativa all’allagamento dei principali impianti di potabilizzazione al servizio dei comuni di San Casciano e Greve in Chianti (clicca qui per leggere l'articolo di ieri).

     

    "I nostri tecnici – dicono da Publiacqua – hanno lavorato tutta la notte per il ripristino della normalità e stanno proseguendo anche stamani tale opera".

     

    Per quanto riguarda San Casciano, "al fine di limitare le mancanze d’acqua per i cittadini, proseguiranno anche nelle prossime ore i rifornimenti dei serbatoi con autobotte. Oltre a ciò Publiacqua tre autobotti con rastrelliera rimarranno a disposizione dei cittadini nel capoluogo del comune".

     

    Il gestore idrico segnala comunque che per il comune di San Casciano il problema di non potabilità permane solo sul capoluogo.

     

    "Per quanto riguarda il comune di Greve in Chianti – dicono ancora da Publiacqua – i problemi di non potabilità interessano invece il capoluogo e la località il Ferrone".

     

    "Per entrambi i capoluoghi e le località citate – conclude il gestore idrico – si rinnova quindi l’invito a non utilizzare l’acqua erogata a fini alimentari. Tale precauzione rimarrà valida fino a nuova comunicazione".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...