spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In sei comuni sono 952 le persone che non sono tornate a votare: -7%

    E' calato del 7%, nei comuni del Chianti e delle colline fiorentine, il numero dei votanti fra il primo turno e il ballottaggio che oggi ha stabilito che Pierluigi Bersani, dopo aver battuto Matteo Renzi, sarà il candidato premier della coalizione di centrosinistra alle elezioni politiche.

     

    Dai 13.501 che si erano recati alle urne il 25 novembre (nei comuni di Bagno a Ripoli, Barberino val d'Elsa, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano, Tavarnelle), si è passati ai 12.540 del 2 dicembre: il 7% in meno appunto.

     

    Il comune in cui c'è stato il calo maggiore è stato quello di Greve in Chianti (-8,2%); quello in cui invee si è registrato una tenuta maggiore dell'elettorato fra i due turni è stato quello di Tavarnelle (-5,7%). Nella tabella qui sotto tutti i dati definitivi.

     

    PRIMO TURNO-BALLOTTAGGIO: IL CALO DEI VOTANTI
    COMUNE PRIMO TURNO BALLOTTAGGIO CALO %
    Barberino V.E. 572 536 -6%
    Bagno a Ripoli 4.393 4.122 -6%
    Greve in Chianti 2.236 2.052 -8,2%
    Impruneta 2.451 2.279 -7%
    San Casciano 2.779 2.552 -8%
    Tavarnelle 1.070 1.008 -5,7%
    TOTALE 13.501 12.549 -7%

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...