giovedì 16 Luglio 2020
Altre aree

    Carla, la cinghiala che (con i suoi cinghialini) mangia dalla mano dell’uomo

    Animali selvatici che si avvicinano alle persone sono ormai una costante. In questo caso... molto, molto vicino

    CHIANTI FIORENTINO – Che molti animali selvatici abbiano fatto capolino nelle città, approfittando della non presenza degli esseri umani e mezzi di trasporto, ormai lo sappiamo.

    Ma c’è di più: nel Chianti fiorentino è successo qualcosa d’incredibile e impensabile: ovvero una cinghiala con i suoi cinghialini si è spinta vicino a delle case per cercare del cibo.

    E seppur mantenendo le giuste distanze e sempre vigile, è arrivata a prendere il cibo dalle mani degli esseri umani.

    Lo abbiamo documentato recandoci sul posto e fotografando questa simpatica famiglia di cinghiali che, una volta sazi, in fila indiana, mamma in testa, sono rientrati nel bosco.

    Tra i piccoli abbiamo notato anche qualcuno che al posto del mantello a strisce, è rosa (sporco) a pallini neri, come i cuccioli del film “La carica dei 101”.

    A ulteriore testimonianza di quanto Carla, così è stata chiamata la cinghiala, abbia dato fiducia , la foto che la vede prendere dalle mani del pane, sia lei sia i suoi piccoli.

    Una breve storia di come la natura si spinga a incontrare l’uomo (e purtroppo spesso non è un bene, soprattutto per gli animali) ma sempre con la massima prudenza. E senza troppe confidenze.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...