spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’Acquedotto del Fiora mette a disposizione tariffe per le utenze deboli. Domande entro il 31 ottobre

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Tariffe agevolate sulle bollette dell’Acquedotto del Fiora. Entro il 31 ottobre i cittadini di Castelnuovo Berardenga, possono richiedere le agevolazioni che permettono una spesa minore sul servizio di distribuzione ed erogazione dell’acqua.

     

    Le tariffe agevolate prevedono una riduzione del 70% per le famiglie con un Isee fino a 8.330,36 euro o con un Isee fino a 11.537,04 euro se almeno un componente del nucleo familiare è disabile o presenta un grado di invalidità superiore al 66%; se la famiglia è interamente composta da ultra-sessantacinquenni o se, a causa di particolari condizioni mediche, necessita di un maggior utilizzo di acqua.

     

    E’ prevista anche un’agevolazione del 50% per le famiglie con un Isee fino a 12.452,60 euro se composta da quattro o più persone. Infine, possono essere richieste agevolazioni anche dalle utenze condominiali.
     

    La domanda per usufruire delle agevolazioni deve essere presentata a mano o a mezzo posta all’Acquedotto del Fiora, via Mameli 10, 58100 Grosseto e su apposito modulo disponibile presso gli sportelli al pubblico dell’Acquedotto o sul sito internet www.fiora.it.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...