spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Seconda cena rinascimentale nelle iniziative estive del Convento di Santa Maria al Prato: serata incredibile

    RADDA IN CHIANTI – Venerdì 24 luglio, alla Casa del Chianti Classico, seconda serata dedicata alla cucina rinascimentale. Un banchetto ispirato al Quattrocento con vini contemporanei in degustazione.

     

    L’iniziativa era inserita nel cartellone elaborato dal Consorzio Vino Chianti Classico che declina in chiave chiantigiana le tematiche dell’Esposizione Universale.

     

    Alla tavolata, allestita nell’antico refettorio all’interno del convento di Santa Maria al Prato, c’erano più di trenta persone: italiani, stranieri ed esperti del settore enogastronomico.  

     

    A introdurre la serata Marilena Mele, responsabile della struttura. Poi il via alle portate preparate dagli chef Giuseppe Frabetti e David Tozzi.

     

    Il primo servizio, a base di frutta. Usava così per attivare gli acidi della digestione: meloni, pesche, albicocche. Ricotte fresche con zucchero e spezie sopra.

     

    Poi sono stati serviti una serie di piatti sempre liberamente tratti dalla cucina del Rinascimento: dalle lasagne con olio, cacio, pepe e cannella, alla zuppa di pesce con pane fritto, al caratteristico pan ghiotto fino al tacchino ripieno di piccione e quaglie.

     

    Il "salmone concio" con olio, aceto, pepe e fiori e un’insalata di cipolle arrostite. Per concludere dolci tipici come piatti di mandorle, zenzero candito e millefoglie accompagnati dal vino ippocratico.

     

    Caratteristica dei piatti l’abbondanza di spezie, all’epoca simbolo di opulenza.

     

    Abbinati al tutto etichette Chianti Classico (Annata 2012 e Riserva 2011): Rossi della Fattoria Carpineta Fontalpino di Castelnuovo Berardenga  e vini dell’Azienda Agricola Montefioralle presentati da Lorenzo Sieni

     

    La Casa del Chianti Classico ospita strutture e proposte dedicate al vino e alla cultura del territorio: l’esclusiva Enoteca della Denominazione, spazi per esposizioni e corsi di approfondimento sul vino. Fino a ottobre proseguono gli appuntamenti legati a Expo.

     

    Per tutte le info sui prossimi appuntamenti www.casachianticlassico.it.

    di Stefano Casprini

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua