spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dario e Cosimo: i vecchi giocattoli e fumetti venduti a un banchetto. E il ricavato va al canile

    Da Greve in Chianti una storia tanto semplice quanto bella. Che ci riporta anche un po' indietro nel tempo: con un fine pieno di generosità

    GREVE IN CHIANTI – Da Greve in Chianti arriva una storia che è tanto semplice, quanto bellissima. Due bambini di 10 anni, una bancarella per la via davanti a casa; e un dono speciale per un canile.

    “Tutto è iniziato durante una conversazione familiare sulla possibilità di prendere un compagno/a al nostro cane Easy, proveniente da un canile” dice Michele Guerrini, padre Dario e Cosimo.

    “Ai bambini – prosegue – è venuta l’idea di fare un banchetto per vendere oggetti recuperati. E devolvere il ricavato proprio ad uno di questi luoghi di accoglienza per cani abbandonati: quello che sembrava un scherzo ha ben presto, preso vita”.

    “Una sera, tornato dal lavoro, ho trovato tutta casa buttata all’aria – racconta ancora babbo Michele – quando ho chiesto cosa stesse succedendo, mi hanno risposto che stavano cercando giochi che non utilizzavano ed altri oggetti da vendere al banchino. Così hanno setacciato tutta casa nostra e casa della nonna”.

    “Vecchi giochi, bigiotteria, libri e riviste – prosegue – Con questo “bottino” hanno organizzato una bancarella qui nella via sotto casa della nonna. E in tre giorni, grazie al passaparola tra gli amici e genitori, la gentilezza di tante persone che passando hanno apprezzato l’iniziativa, sono riusciti a racimolare una bella cifra”.

    “Sono stati tre giorni a parlare e “contrattare” con amici e passanti – dice contento – a giocare, a vivere la nostra strada come si faceva un tempo. Hanno dimostrato costanza, impegno ed un incredibile generosità”.

    “Infatti – precisa – senza alcun indugio, con quei soldi siamo andati a comprare mangime, guinzagli e dei cuscini per questi sfortunati cani”.

    Dario e Cosimo durante la vendita

    “Noi genitori, abbiamo cercato un canile a cui destinare tutto quanto comprato – spiega – ed abbiamo scelto U.N.A. Poggibonsi. Un canile che ci è piaciuto molto, per la sua storia e per il livello di benessere degli animali”.

    “Essendo aperto tutte le mattine – sono ancora parole di Michele – domenica scorsa siamo partiti con i bambini super entusiasti. E ci siamo presentati con il nostro carico in dono”.

    “L’accoglienza è stata magnifica, Dario e Cosimo sono stati trattati come piccoli supereroi – ricorda quei momenti – erano felicissimi, come lo erano i volontari che ci hanno accolto”.

    “Ammetto che la loro generosità ci ha molto emozionato – conclude – Spero con tutto il cuore che non cambino mai; e che questa vicenda possa servire anche ad altri per iniziative simili”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...