spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bar-pizzeria gestito da tre rioni: un successo clamoroso alla Fiera di San Luca

    Oltre ogni aspettativa gli esiti di ForMariLlò. Una convivenza fantastica fra i rionali, tanta gente a mangiare

    IMPRUNETA – Un successo clamoroso: in termini pratici (di presenze e di incassi) ma, soprattutto, in quanto a partecipazione, voglia di stare assieme, di scoprirsi. Da lustrarsi… gli occhi!

     

    La gestione a tre del bar-pizzeria in piazza Nova durante la Fiera di San Luca da parte dei rioni delle Fornaci, delle Sante Marie e del Pallò (denominata… ForMariLlò) è andata oltre ogni aspettativa.

     

    E nessuno torna a tirare in ballo l'assenza del Sant'Antonio, che ha deciso di aprire il proprio bar da solo non potendo garantire la copertura dei turni necessari: anzi, tutti si augurano che il prossimo anno anche il rione bianco faccia parte del gruppo.

     

    "Perché – dice il presidente del rione delle Sante Marie Nicola Subbi – è stato un qualcosa che farà un gran bene a tutta la Festa del'Uva".

     

    "Vedere i ragazzi – prosegue Subbi – soprattutto i giovani, partecipare con un entusiasmo crescente, è stata davvero una cosa fantastica. Emozionante. Bravi tutti!".

     

    Sulla stessa lunghezza d'onda Luca Gasparri, presidente del rione del Pallò: "Una esperienza bellissima, che ha permesso di legare rionali giovani e meno giovani in qualcosa di proficuo per un futuro migliore della nostra amatissima Festa".

     

    "Mi auguro che sia un qualcosa che si ripetereà in futuro – conclude Gasparri aprendo le porte al rione del Sant'Antonio – magari chiamandosi… ForMariAntoLlò…".

     

    Chiude Stefano Rossini, presidente del rione delle Fornaci: "Un successo straordinario, sia da un punto di vista economico che dal punto di vista di ambiente, morale, convivenza fra rioni".

     

    "Mi aspettavo un bel successo dal lato economico – ammette – Da quello della convivenza e dell'amicizia pensavo andasse bene… ma non una cosa del genere. Ci sono stati dei momenti in cui c'era tantissima gente. A mangiare e a… lavorare".

     

    "Il Sant'Antonio? Spero che il prossimo anno ci saranno anche loro – conclude – Sicuramente spero che saremmo insieme: per il bene della Festa dell'Uva".

     

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...