giovedì 21 Gennaio 2021
Altre aree

    “Lascia fuori il virus dalla porta, io resto a casa”: all’Impruneta torna in pista il progetto

    Spesa e farmaci a casa: per tutte le persone sole e coloro che si trovano in una situazione di fragilità è possibile. Grazie alle splendide associazioni di volontariato. Ecco come funziona

    IMPRUNETA – Con l’entrata della Toscana in “zona rossa”, esattamente come il primo lockdown della scorsa primavera, ad Impruneta c’è stata una vera e propria corsa alla solidarietà.

    Protagonisti solidali ad Impruneta sono la Misericordia, il circolo di San Giuseppe e la Casa del Popolo, in collaborazione con la Caritas e Gruppo Giovani Parrocchiale, Gruppo Unitalsi e Gruppo Giovani Casa del Popolo.

    L’iniziativa “Lascia fuori il virus dalla porta, io resto a casa” ha l’obiettivo di tutelare le persone più fragili della popolazione, fornendo loro la spesa e farmaci a domicilio.

    Per tutte le persone sole e coloro che si trovano in una situazione di fragilità è possibile chiamare il numero 0552011088 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 e fare loro la lista dei farmaci e/o della spesa necessaria.

    Ma come funziona esattamente l’iniziativa?

    “Ogni giorno nell’orario prestabilito – ci raccontano gli organizzatori – possono arrivare prenotazione al numero di telefono sopra, per ordinare farmaci o lista della spesa”.

    “A mezzogiorno – proseguono – vengono raccolte tutte le prenotazioni e internamente ci organizziamo in base alle richieste: naturalmente dipende dalla disponibilità dei nostri volontari”.

    “I volontari poi si recano alla Misericordia per prendere le loro consegne – concludono – e in base alle richieste: si recano in farmacia o nei negozi di alimentari per fare la spesa. E’ possibile infatti, per chi prenota la spesa, indicare anche il negozio dove preferisce acquistare”.

    Successivamente con i mezzi della Misericordia i volontari consegnano la spesa e/o i farmaci mostrando loro lo scontrino fiscale.

    “Siamo veramente orgogliosi dei nostri giovani che aderiscono a questa iniziativa – affermano – e ci supportano nell’operatività. A tal proposito  vogliamo lanciare un appello: se qualcuno fosse interessato ad aderire all’iniziativa come volontario ne saremmo ben felici”.

    “A differenza del lockdown di primavera infatti – concludono – questa volta non siamo tutti a casa e ancora in molti stanno continuando a lavorare e ovviamente la disponibilità per il volontariato è minore. Saremmo ben felici di “allargare” la squadra a tutti coloro che vogliono mettersi a servizio della comunità. Più siamo meglio è”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...