venerdì 7 Agosto 2020
Altre aree

    Ospite della Basilica di Santa Maria fino a domenica: il programma delle funzioni

     

     

    Un'emozione incredibile, un'accoglienza ricca di fede, di rispetto e di devozione: nelle foto, scattate dal nostro bravissimo Luca Simoncini, Il Gazzettino del Chianti documenta l'arrivo, presso la Basilica di Santa Maria all'Impruneta, della Madonna di Fatima.

     

    E' arrivata nel pomeriggio di domenica 19 maggio e vi rimarrà fino a domenica 26 maggio: a fare gli "onori di casa" il proposto don Luigi Oropallo, associazioni e centinaia di fedeli (clicca qui per leggere le riflessioni di don Stefano Naldoni).

     

    Questo il programma della Settimana Mariana a Impruneta. Lunedì 20 maggio alle 21.15 Via Lucis; martedì 21 maggio alle 21.15 Via Matris; mercoledì 22 maggio alle 21.15 Rosario dello Spirito Santo; giovedì 23 maggio alle 21 Rosario e Santa Messa con un gruppo di preghiera di Padre Pio; venerdì 24 maggio alle 21.15 rassegna dei Cori parrocchiali.

     

    Infine, sabato 25 maggio alle 21.15 meditazioni accompagnate con la musica d'organo; domenica 26 maggio alle 17 benedizione dei malati e conclusione della settimana Mariana.

     

    La giornata tipo durante la settimana Mariana presso la Basilica imprunetina sarà la seguente: alle 7.30 apertura della chiesa; alle 8 Lodi e Santa Messa; alle 12 Angelus Domini; alle 16 preghiera personale; alle 17 Santo Rosario e Litanie; alle 17.30 Vespri della Madonna; alle 18 Santa Messa; dopo cena il programma del giorno.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino