spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 4 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ri-convocata la Commissione Garanzia e Controllo. Impruneta Comune Aperto: “Non ci saremo”

    "Il presidente Zoppini, spinto da voglia di protagonismo e visibilità personale, ha voluto perseguire la strada di accertamento inquisitorio che ha portato al duro scontro con il presidente Magherini"

    IMPRUNETA – Quella della Commissione di Garanzia e Controllo del Comune di Impruneta, e del suo presidente Matteo Zoppini, oltre che della reiterata convocazione a presenziare dei vertici dell’Opera Pia Vanni, sta diventando una sorta di storia infinita.

    # “Fratelli d’Italia difende Matteo Zoppini? Pensi al linguaggio che, da sempre, lo contraddistingue”

    # VIDEO / Donzelli (deputato Fdi) sul caso Zoppini-Magherini: “Fanno i democratici e si comportano da dittatori”

    # Impruneta, Fratelli d’Italia fa quadrato attorno al consigliere comunale Matteo Zoppini

    # VIDEO / Si parla di Opera Pia: e la Commissione di Controllo e Garanzia diventa un ring

    E Impruneta Comune Aperto, gruppo di maggioranza in consiglio comunale, torna a stigmatizzarlo affermando che “da tempo è in corso una manovra delle opposizioni, ed in particolare del consinsigliere comunale Matteo  Zoppini, presidente della Commissione Consiliare Garanzia e Controllo, tendente a screditare il ruolo ed il prestigio della Opera Pia Vanni, che gestisce fra l’altro la casa di riposo del capoluogo”.

    “A fronte di nostre proposte tese a chiarire alcune problematiche all’interno delle Commissioni permanenti 1 e 2 – proseguono da Impruneta Comune Aperto – il consigliere Zoppini, spinto certamente da voglia di protagonismo e visibilità personale, ha voluto perseguire la strada di accertamento inquisitorio, che hanno portato il medesimo a un duro scontro personale con il Presidente dell’Opera Pia, dottor Marzio Magherini“.

    Uno scontro, è la versione di Impruneta Comune Aperto, avvenuto “dopo che Magherini aveva esaurientemente risposto in materia di bilancio 2019 alle domande dei membri della Commissione, ed in maniera parziale sul patrimonio immobiliare dell’ente, stante anche la sfera privata inerente lo stesso patrimonio; facendo sì che i commissari del gruppo consiliare di maggioranza decisero di abbadonare  la seduta”.

    “Il consigliere Zoppini – accusano – non soddisfatto dell’esito della seduta e pur in presenza di formale parere non favorevole del segretario comunale, ha di nuovo riconvocato la Commissione Garanzia e Controllo per oggi, venerdì 28 maggio, con all’ordine del giorno gli stessi punti della seduta interrotta (sopralluoghi esterni su immobili di proprietà dell’Opera Pia), adottando in via discrezionale il peso da attribuire ai pareri esterni (vanno bene quando rispecchiano il suo fine, vengono ignorati quando vanno in senso contrario)”. 

    Il gruppo di maggioranza Impruneta Comune Aperto comunica quindi che i suoi consiglieri (Lucilla Lepri, Paolo Magnelli e Jonathan Corsani), membri della suddetta Commissione, “non presenzieranno alla seduta del 28 maggio”. 

    E, allo stesso tempo, “approva l’operato della presidente della Commissione Consiliare n. 2,  Angela Cappelletti, che ha convocato detta Commissione per il prossimo 3 giugno, con all’ordine del giorno le problematiche patrimoniali dell’Opera Pia Vanni, sicuramente con lo scopo di riportare il necessario dibattito, cui nessuno vuole sottrarsi, alla giusta sede istituzionale”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua