spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 8 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Autopalio in condizioni vergognose più lavori e chiusure A1: un inferno… d’asfalto

    Fi-Si pietosa fra San Casciano e Certosa (per non parlare della Fi-Pi-Li...). E oggi al via lavori pazzeschi nel tratto Fi Sud-Fi Scandicci dell'A1. Vivissimi complimenti a tutti

    Le condizioni della Firenze-Siena, in particolare nel tratto fra San Casciano e la fine del raccordo, alla “rotonda della Certosa”, le abbiamo presenti tutti.

    Si viaggia, in pratica, su una sola corsia.

    Un trascinamento vergognoso di questi lavori, sui quali ormai ciascuno di noi ha terminato ogni epiteto possibile.

    🔴 AGGIORNAMENTO / Caos A1, sindaci infuriati, misure sospese: riprenderanno nei prossimi giorni dopo verifiche

    Anas dovrebbe vergognarsi. Chiunque abbia a che fare, direttamente o indirettamente, dovrebbe vergognarsi.

    Una situazione esplosiva, da tempo, per chi viaggia sulla Firenze-Siena quindi. Ma non solo.

    Moltissimi utilizzano questa direttrice per poi, passando da San Casciano, andare a congiungersi con la Fi-Pi-Li.

    Da disastro a disastro insomma. Glissiamo sulle condizioni della Firenze-Pisa-Livorno, fra tratti che franano e che… ri-franano.

    Ecco, in questo bel quadretto, Società Autostrade, dopo un anno e mezzo di lockdown e semi lockdown, nel momento in cui tutta Italia diventa bianca, da oggi, mercoledì 23 giugno, inizia lavori pesantissimi nel tratto di A1 fra Firenze Sud e Firenze Scandicci.

    Con ripercussioni enormi sul casello di Firenze-Impruneta (trovate qui tutte le spiegazioni), chiuso per settimane in almeno due direzioni.

    In un contesto viario in cui, lo sappiamo tutti, questo tratto di A1 funziona da anni come circonvallazione (a pagamento peraltro, vero Società Autostrade?) di Firenze sulla direttrice nord-sud.

    Ah, poi ci sono i lavori per la Terza Corsia nel comune di Bagno a Ripoli… .

    Risultato? Stamani Autopalio ancor più congestionata. Viabilità locale (in particolare nel comune di Bagno a Ripoli) devastata. Accessibilità dell’ospedale di Ponte a Niccheri… non ne parliamo.

    Che dire: tanti, ma tanti, complimenti a tutti. Attendiamo con ansia le prossime puntate.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...