spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ufficio: l’importanza di creare un ambiente produttivo, accogliente e sostenibile

    Impegnarsi per rendere l’impresa più ecologica non solo aiuta il pianeta, ma assicura benefici considerevoli anche dal punto di vista economico

    Impegnarsi per rendere l’impresa più ecologica non solo aiuta il pianeta, ma assicura benefici considerevoli anche dal punto di vista economico.

    Secondo il rapporto GreenItaly 2020 di Symbola e Unioncamere, le aziende che hanno investito nella sostenibilità nel 2020 hanno incrementato il fatturato del 16%, contro una media del 9% tra le organizzazioni meno attente alle tematiche ambientali.

    Nel periodo 2015-2019 sono oltre 423 mila le imprese che hanno realizzato eco-investimenti, ottenendo vantaggi significativi in termini di efficienza, brand reputation e resilienza del business.

    Tra gli interventi più importanti c’è la creazione di un ambiente di lavoro più accogliente e sostenibile, per trasformare l’ufficio in un luogo più green e produttivo, con maggiore attenzione all’ambiente e al benessere dei dipendenti.

    Al giorno d’oggi, è possibile usufruire di numerose soluzioni per ridurre l’impatto della propria azienda sul pianeta, dai servizi per la mobilità green al riciclo dei prodotti di cancelleria.

    Allo stesso modo, è possibile scegliere interventi più adatti in base alle proprie esigenze, come integrare lo smart working in modo flessibile, oppure installare impianti per la produzione elettrica da energie pulite.

    Come rendere l’ufficio più eco-friendly: i consigli degli esperti

    Per migliorare la sostenibilità dell’ufficio esistono diverse azioni che si possono realizzare, dai piccoli interventi meno invasivi a costo zero fino agli investimenti più consistenti e impattanti.

    Per trovare spunti interessanti è possibile leggere le guide e gli approfondimenti presenti su magazine.lyreco.it, il blog ufficiale di Lyreco, fornitore di prodotti e soluzioni per gli ambienti di lavoro, in grado di assicurare scelte sostenibili e di qualità.

    Innanzitutto, per rendere l’ufficio più eco-friendly è possibile eliminare l’uso della plastica nelle sedi aziendali, preferendo alternative più ecologiche e quindi scegliendo prodotti in metallo, in carta riciclata, oppure in materiali green come il bambù e il legno di recupero. Allo stesso tempo, si possono rimuovere gli oggetti monouso, utilizzando al loro posto bicchieri, tazze in carta e thermos multiuso in acciaio inox o in alluminio BPA Free, per proteggere non solo l’ambiente ma anche la salute dei lavoratori.

    Un’altra possibilità arriva dalle forniture di prodotti ecosostenibili di cancelleria, sostituendo gli oggetti classici da ufficio con articoli ecologici, riciclabili e biodegradabili. Inoltre, per la stampa dei documenti è preferibile optare per l’utilizzo della carta riciclata o delle risme di carta con certificazioni ambientali. Oggi è possibile trovare alternative green perfino alla carta termica, con prodotti senza bisfenolo a basso impatto ambientale.

    Per un ufficio green si possono realizzare cambiamenti anche per quanto riguarda i dispositivi tecnologici, preferendo quelli che garantiscono una durata di vita maggiore, un basso consumo energetico, provvisti, magari, di spegnimento automatico dopo un periodo di inattività e, se possibile, sistemi che presentano attestazioni ambientali.

    Ufficio green: l’importanza della raccolta differenziata e del risparmio energetico

    Due aspetti estremamente importanti per un ufficio ecosostenibile sono la raccolta differenziata e il risparmio energetico. Entrambi sono approcci che assicurano diversi vantaggi, dalla riduzione dei costi aziendali alla diminuzione delle emissioni inquinanti, fino al rafforzamento dell’immagine del brand tra i dipendenti.

    Promuovere la cultura green, infatti, aumenta la fiducia del personale nei confronti dell’azienda, contribuendo a rendere l’ambiente di lavoro un luogo più piacevole, con effetti positivi sulla produttività.

    Il primo passo consiste nel posizionare i cestini per il riciclo dei rifiuti, per agevolare la corretta separazione dei vari tipi di scarti da parte dei dipendenti. Inoltre, sarebbe utile creare delle semplici infografiche per aumentare la coscienza ecologica in ufficio, da collocare magari nelle aree comuni o di passaggio.

    Per quanto riguarda il risparmio energetico gli interventi possibili sono numerosi, come la sostituzione delle luci con lampade a basso consumo o la sottoscrizione di forniture energetiche green.

    Si possono anche adottare accorgimenti semplici, come installare delle prese elettriche con interruttore, oppure dei sensori di movimento per attivare le luci solo quando necessario.

    La cultura aziendale ecosostenibile è la soluzione giusta per investire nel futuro della propria impresa, per creare un’organizzazione più resiliente e in grado di posizionarsi in modo più competitivo sul mercato.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...