spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Claudio Masti nuovo presidente del San Pancrazio Lucignano: nuova guida per squadra e… brioche con il gelato

    Rappresenta il legame tra la “vecchia guardia” e i più giovani che negli anni sono entrati a far parte del consiglio della società sportiva

    SAN PANCRAZIO (SAN CASCIANO) – Con la fine del campionato si è conclusa anche la presidenza di Pietro Masti all’ASD San Pancrazio Lucignano, lasciando il posto ad un altro… Masti.

    A Claudio Masti, classe 1992, che è da sempre parte attiva della società dilettantistica San Pancrazio Lucignano, membro del consiglio direttivo da anni e soprattutto parte integrante dell’organizzazione della Sagra della Brioche con il gelato.

    La scelta era ormai nell’aria da un po’, quella di Claudio, come legame tra la “vecchia guardia” e i più giovani che negli anni sono entrati a far parte del consiglio della società sportiva.

    Una tradizione poi di famiglia la sua, figlio del presidente storico degli “anni d’oro”, Carlo Masti.

    “Sono anni di cambiamento quelli post Covid per le realtà piccole come la nostra – ci dice il nuovo presidente Claudio Masti – Cambiamenti importanti come quello degli allenatori della nostra squadra di calcio, dopo il mister storico Simone Masti, con l’arrivo di tanti nuovi e giovani giocatori da fuori San Pancrazio e l’abbandono di alcuni giocatori storici”.

    “Cambiamenti – aggiunge – che hanno necessariamente richiesto del tempo per riallinearsi, per fare squadra, per creare gruppo, portando comunque a tanti bei risultati, con un piazzamento di quest’ultimo campionato a metà classifica, ad un passo dalla promozione di categoria”.

    “Cambiamenti che si sono riversati – prosegue Masti – anche sul nostro evento di autofinanziamento, la Sagra della Brioche con il gelato, che da 37 anni portiamo avanti con impegno e passione. Cambiamenti che ci hanno costretto per tanti motivi a trasferirci dal parco della Rimembranza al campo sportivo e ad un ridimensionamento generale, senza perdere però la voglia e l’entusiasmo di portare avanti una tradizione così longeva”.

    In alto a sinistra, Claudio Masti

    “Io dentro la festa ci sono nato – ci dice – e fin da piccolo ho cercato di fare la mia parte, di impegnarmi nel portare avanti l’unico momento di socialità e comunità che davvero unisce e rianima paesi piccoli come San Pancrazio e Lucignano. Quello che mi piacerebbe fare come presidente è unire maggiormente la squadra di calcio e la festa rispetto agli anni passati, e di cercare di richiamare giovani”.

    “Invito quindi chiunque sia in cerca e abbia voglia di mettersi in gioco nella nostra squadra dilettantistica calcio a 11 – lancia il suo appello – di farsi avanti, ma anche a chiunque abbia voglia di entrare nello staff della festa come volontario, portando nuovo entusiasmo, nuove idee… e soprattutto nuove braccia! Le nostre porte sono sempre aperte”.

    “Quello che mi aspetto – auspica Masti – è una Festa partecipata, come le 36 precedenti, e una squadra più unita e più coinvolta alla vita e alle attività della comunità. Io nel mio piccolo mi impegnerò al massimo, come ho sempre fatto, in questo ruolo e per la società sportiva, ringraziando sin da ora tutti i consiglieri, i giocatori, i dirigenti e i volontari che saranno, spero, al mio fianco in questa nuova avventura”.

    “Vi aspettiamo a San Pancrazio – conclude il neo presidente – il 28, 29 e 30 giugno e il 5, 6 e 7 luglio alla Sagra della Brioche con il gelato. E in campo da Settembre/ottobre per il prossimo campionato!”.

    Al centro, Claudio Masti

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...