spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arena dentro le mura piena di persone per l’incontro con i consiglieri comunali

     

     

     

    SAN CASCIANO – Sono passati 69 anni dalla Liberazione del Chianti (e di San Casciano), ma la voglia di memoria c'è (per fortuna), è rimasta intatta.

     

    Ulteriore prova di questo assunto la serata organizzata dal Comune di San Casciano sabato 27 luglio nell'arena dentro le mura: un incontro fra i consiglieri comunali e la cittadinanza, un momento di riflessione e di celebrazione (grazie a un video realizzato dal progetto Irene "Ricordandoci di rircordare", che vede al centro le figure di due donne speciali da poco scomparsa. La maestra Eleonora Buia (clicca qui per leggere l'articolo) e la staffetta partigiana Rina Morelli (in foto, clicca qui per leggere l'articolo).

     

    Decine e decine i cittadini accorsi per un evento che ha ben miscelato la parte istituzionale con quella più "emozionante". A guidare il tutto, in sostituzione del presidente del consiglio comunale Gianni Mazzei assente per impegni improrogabili, il consigliere comunale anziano Sandro Matteini.

     

    "Una memoria – ha detto Matteini nel suo intervento – non ferma a 70 anni fa e nemmeno fine a sé stessa, bensì piuttosto capace di rigenerarsi continuamente e fare da concime della società attuale".

     

    "E così – ha sottolineato – le storie degli alleati, dei partigiani e degli antifascisti in genere, insieme ai tanti esempi positivi del recente passato e dell’attualità espressione della nostra comunità, dell’Italia e del mondo ci invitano, in serate come questa, a rinnovare la nostra fiducia nei principi democratici entrando a far parte di quella maggioranza di donne di uomini che oggi ricordano e che ancora oggi lavorano nel segno della Liberazione".

     

    Fra letture e musica (oltre al video) anche gli interventi dei consiglieri comunali Jacopo Borri (Udc), Davide Borghi (Pd), Zaccheo Nencioni (Prc), del sindaco Massimiliano Pescini.

     

    "C'era tanta gente per essere una calda serata di sabato di luglio – riflette Matteini – Un buon segno del grado di civismo e attaccamento ai valori democratici. Fondamentale anche il ricordo di Eleonora Buia e Rina Morelli, particolarmente attuale in questo clima di scarsa considerazione e violenza contro il genere femminile.La serata è ben riuscita grazie all'impegno di tanti, perché ha ben equilibrato cerimonia istituzionale con una seconda parte davvero emozionante per tutti".

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...