spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rapina all’ufficio postale di San Casciano: indagini in corso, carabinieri al lavoro

    Servirà reperire tutti i filmati disponibili per cercare di "intercettare" l'uomo che sabato mattina ha fatto irruzione. Mascherina chirurgica, occhiali da sole, accento italiano, una borsa della Coop

    SAN CASCIANO – Sono al lavoro da sabato 11 giugno i carabinieri della Stazione di piazza Cavour, a San Casciano, a seguito della rapina avvenuta nell’ufficio postale di via 27 Luglio.

    Dovranno visionare tutti i filmati che potranno reperire, per cercare di “intercettare” l’uomo che, durante la mattinata, è entrato nell’ufficio.

    Facendo, sono sempre alcue testimonianze a dirlo, una sorta di primo ingresso, prendendo (pare) anche un numero, per poi uscire e rientrare.

    Forse per sfruttare il momento con il minor afflusso di utenti.

    # Rapina nell’ufficio postale di San Casciano: un uomo entra e porta via circa mille euro. Locali chiusi

    Le descrizioni parlano di un italiano, con mascherina chirurgica sul volto, occhiali da sole. 

    E una busta della Coop, di quelle di plastica più rigida, riutilizzabili più volte per fare la spesa.

    In questa borsa si sarebbe fatto mettere i soldi, circa mille euro, con i quali poi si è dato alla fuga.

    Dai primi riscontri di sabato scorso, sembra che non fosse armato. Forse avrebbe simulato il possesso di un’arma occultata.

    Ma, comprensibilmente, sono stati momenti di alta tensione all’interno dell’ufficio.

    Dove la paura di trovarsi di fronte un rapinatore, senza sapere se fosse davvero armato, è stata tangibile.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...