spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scomparso dalla chiesa uno dei libri di firme e pensieri per la morte di Rebecca Aretini: riportatelo indietro

    E' quello che per due giorni aveva raccolto i ricordi di chi era andato al Monastero delle Clarisse a trovarla. I familiari lo hanno cercato ovunque: se qualcuno lo ha preso lo restituisca

    SAN CASCIANO – Il pomeriggio di venerdì 26 agostola comunità di San Casciano si fermò per dare l’ultimo saluto a Rebecca Aretini, la ventottenne di Mercatale che il 22 agosto perse la vita in un incidente di montagna.

    # L’ultimo saluto a Rebecca Aretini: fede, dignità, amore. Una comunità unita intorno a lei e alla sua famiglia

    I genitori vollero portarla prima del funerale nella chiesa del Monastero “L’Immacolata” delle Sorelle Clarisse in viale San Francesco a San Casciano, dove Rebecca era stata battezzata e contraccambiata dell’amore che aveva verso le Suore Clarisse.

    Tante le persone che in quei due giorni, quando era esposta, avevano lasciato sul libro delle firme, sistemato su un tavolino ricoperto da un drappo, un ricordo, dei pensieri, parole di affetto, di amore per questa giovane ragazza.

    Purtroppo quel libro, che durante il funerale era rimasto nella chiesa delle Clarisse (in Propositura ne era stato portato un altro) non è stato più trovato.

    E’ stato cercato con tanto impegno, sono state interpellate alcune persone, ma purtroppo non è stato ancora ritrovato. E di giorni ne sono trascorsi.

    Adesso l’ultimo tentativo affinché i genitori e i fratelli lo possono avere è un appello pubblico..

    Chi lo avesse preso, oppure chi lo avesse ritrovato, lo riporti in chiesa, al Monastero delle Clarisse in viale San Francesco, o alla Propositura di San Cassiano in piazza Cavour.

    Lo lasci in modo anonimo, affinché sia preso e consegnato nelle mani dei suoi cari. Che potranno custodirlo insieme all’altro.

    I familiari sono pronti a perdonare se si fosse trattato di un gesto volontario.

    Restituirlo sarebbe un gesto dovuto, che aiuterebbe (in piccola parte) ad alleviare le sofferenze di chi è stato colpito della perdita devastante della giovane Rebecca. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...