giovedì 24 Settembre 2020
Altre aree

    Selfie e brindisi: il pomeriggio sancascianese del leader della Lega Matteo Salvini (con Susanna Ceccardi)

    Un'ora e mezzo a Villa I Barronci, per incontrare in particolare gli impreditori del mondo vitivinicolo chiantigiano (non molti in realtà)

    SAN CASCIANO – Strada sbarrata per via Sorripa da carabinieri e polizia: l’accesso nel pomeriggio di venerdì 7 agosto era consentito solo per i residenti e coloro che erano nella lista degli invitati per l’incontro con il segretario della Lega, ed ex ministro dell’interno, Matteo Salvini. E con la candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Toscana, Susanna Ceccardi.

    Per questo è stato scelto Villa i Barronci Resort & Spa, una Villa curata in tutti i minimi particolari; posta su una collina da cui è possibile dominare da una parte il paese di San Casciano; dall’altro versante si guarda la vallata della Pesa.

    Filari di vigne che si alternano tra gli olivi e i cipressi: da qui ci si affaccia su questo panorama mozzafiato, modellato dal lavoro dell’uomo, nuotando in una piscina con acqua termalizzata. O adagiati comodamente su un divano con, sotto ai piedi, un tappeto d’erba.

    E’ questo il panorama che si sono trovati davanti Matteo Salvini e Susanna Ceccardi, arrivati dopo le 18 provenienti da città Siena. Siamo, del resto, in piena campagna elettorale in vista delle regionali di settembre.

    Ad attenderli imprenditori del mondo agricolo e vitivinicolo, provenienti non solo dal territorio chiantigiano (in realtà pochi i sancascianesi e i chiantigiani presenti, anche se va tenuto conto che era una iniziativa che prevedeva registrazione e non un evento “di piazza”).

    Per quanto riguarda la politica locale, presente gran parte del “mondo-Lega” (ovviamente), e rappresentanti della lista San Casciano Civica, con il capogruppo in consiglio comunale Luigi Venzi.

    # Il Pd San Casciano: “Frasi fatte, solita propaganda slegata con il territorio. Ecco Salvini a San Casciano”

    Non sono state molte le domande poste, anche perché  la stessa Ceccardi dopo il suo intervento ha dovuto lasciare San Casciano per altri impegni. Insomma, giusto il tempo per esporre alcune problematiche da parte degli intervenuti.

    Poi, questi sì, la corsa ai selfie, gestiti direttamente da Salvini: pochi secondi a disposizione per ogni scatto. Ma sono stati accontentati tutti.

    Non poteva però non mancare un brindisi con i proprietari della Villa I Barronci: “Sul vino, sono pronto a bere qualsiasi cosa – ha detto Salvini – perché io non mi fido degli astemi!.

    Così, dopo aver versato un rosso, il brindisi di rito e via verso Firenze: promettendo che tornerà presto nel Chianti. Ed è facile credergli, visto che la sua dolce metà, Francesca Verdini (figlia di Denis Verdini) è fiorentina. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino