spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 26 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un milione e 300mila euro dai fondi del PNRR per realizzare un nuovo asilo nido a Mercatale

    Accoglierà 50 bambini nella fascia 0-3 anni e sarà costituito da vari ambienti tra cui spazi polivalenti, aree per il gioco, il pranzo e il sonno

    SAN CASCIANO – Grandi novità dal punto di vista delle infrastrutture scolastiche a Mercatale, grazie al progetto esecutivo firmato dall’architetto del Comune Francesco Pruneti

    E, soprattutto, con le risorse ottenute e assegnate all’amministrazione comunale per complessivi 1 milione e 330mila euro attraverso le misure di intervento messe a disposizione dai fondi ministeriali del PNRR.

    Un nuovo asilo nido sorgerà nel cuore della campagna chiantigiana, nei pressi del centro abitato di Mercatale, in modo da stabilire una linea di continuità didattica con la scuola primaria e la scuola dell’infanzia, strutture adiacenti all’area destinata alla costruzione del nuovo plesso scolastico.

    “L’obiettivo è quello di realizzare un polo dell’infanzia finalizzato ad ampliare l’offerta educativa – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – e creare un nuovo nido che possa dialogare con le altre strutture seguendo il principio della continuità didattica, unisca i percorsi di crescita nelle diverse fasi educative delle bambine e dei bambini, dal nido alla primaria”.

    Il nuovo asilo è progettato per accogliere 50 bambini ed è articolato in due sezioni atte ad ospitare piccoli della fascia 0-3 anni.

    Gli spazi educativi con un accesso indipendente da via dei Cofferi si svilupperanno interamente al piano terra, in prossimità dell’ingresso della scuola dell’infanzia.

    La scuola sarà dotata di una centrale termica e vari locali di servizi che potranno essere destinati anche ad una cucina.

    Saranno realizzate due sezioni per 25 bambini ciascuna, costituite da un ambiente gioco, una zona pranzo, uno spazio sonno dove sarà possibile disporre i lettini per il pisolino pomeridiano.

    L’edificio si arricchirà inoltre di un ambiente polifunzionale che potrà essere utilizzato per le attività ricreative e i laboratori didattici.

    Entrambe le sezioni avranno un accesso diretto al giardino che sarà corredato di elementi e attrezzi ludici e di uno spazio coperto pavimentato. La superficie complessiva del nuovo asilo è pari a 610 metri quadri con un’ampia area esterna che si estende per circa 295 metri quadri.

    “La sostenibilità ambientale e l’utilizzo delle moderne tecnologie legate alla cultura green sono alcuni degli aspetti più rilevanti di questa nuova realizzazione – aggiunge il sindaco – il nido si doterà di diversi impianti che saranno alimentati dalle fonti energetiche rinnovabili per l’abbattimento dei consumi e il risparmio energetico, tra gli altri anche il riscaldamento con pavimento radiante per migliorare il comfort e rendere più gradevole il gioco a terra”.

    Nell’asilo saranno ricavati degli spazi per il personale, i docenti, una sala accoglienza e di attesa per il ricevimento dei genitori e gli incontri con le famiglie.

    “Siamo contenti di poter concretizzare un polo per l’infanzia 0/6 – conclude l’assessora alle politiche educative Elisabetta Masti – con un progetto educativo integrato in continuità tra nido e scuola dell’infanzia dove le bambine ed i bambini possano crescere in un ambiente nuovo, ricco di opportunità, frutto della prossimità degli spazi e della progettazione educativa integrata”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua