spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 8 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Presunta violenza sessuale a Impruneta: lunedì 8 agosto manifestazione in piazza

    "Prendiamo una posizione netta e chiara - dicono gli organizzatori - contro ogni forma di violenza sulle donne. Portiamo scarpe rosse, nastri rossi o un messaggio scritto"

    IMPRUNETA – Una manifestazione spontanea, organizzata da cittadini imprunetini, per esprimere vicinanza alla 35enne turista canadese rimasta vittima, nella notte fra venerdì 29 e domenica 30 luglio, di una presunta violenza sessuale di gruppo.

    Al momento parliamo, ovviamente, di presunzione, poiché le indagini sono tuttora in corso.

    E, sui quattro indagati, non risultano gravare misure cautelari.

    # Impruneta-choc: indagini in corso per una presunta violenza sessuale di gruppo ai danni di una 35enne

    # Turista (canadese) violentata a Impruneta: ci sarebbe anche un video girato su un telefonino

    # Presunto stupro di gruppo, il vicesindaco Matteo Aramini: “Impruneta non è questo, è ben altro”

    Intanto però, in attesa che il percorso di indagine faccia il suo percorso, un gruppo di cittadini ha organizzato, per lunedì 8 agosto (dalle 21) una manifestazione pubblica.

    Il ritrovo è previsto davanti al palazzo comunale in piazza Buondelmonti.

    Proprio quella piazza lungo la quale, all’alba di sabato 6 luglio, la 35enne è scesa, scalza, chiedendo aiuto.

    # Impruneta, alba di sabato 30 luglio: una donna, scalza, chiede aiuto in piazza Buondelmonti…

    “Prendiamo una posizione netta e chiara – dicono gli organizzatori – contro ogni forma di violenza sulle donne. Portiamo scarpe rosse, nastri rossi o un messaggio scritto”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...