spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Inaugurata la Fonte dei Pollai, riportata a nuova vita dai Pellegrini Mercatalini

    Momento di festa, emozionante, con rinfresco e sindaco. E sul posto sono state piazzate anche alcune poesie

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Dopo mesi di duro lavoro mirato al recupero della Fonte dei Pollai (in maniera del tutto gratuita), nel bosco sotto via di Luiano, a Mercatale, i Pellegrini Mercatalini con grande soddisfazione hanno inauguratol’area che da ora in poi sarà fruibile da tutti.

     

    Tutto si è svolto con con un rinfresco con prelibatezze offerte da “Il Panaio” di Mercatale, accompagnate dall’ottimo spumate Rosé offerto dal Principe Corsini, alla presenza del sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini, dell’assessore Roberto Ciappi.

     

    Alla presenza di tante persone arrivate dopo una camminata organizzata dagli stessi Pellegrini Mercatalini.

     

    In questo luogo,  fino circa gli anni ’70-'80, era tradizione recarsi per festeggiare il lunedì di Pasqua e “ruzzolare l’uovo”, oltre a passare momenti in allegria nel periodo estivo.

     

     

    "Mi fa piacere – ha detto il sindaco – essere così tanti per quest’occasione. In cui ci si riappropria di questi luoghi così belli, recuperati a nuova vita. Questa è un’area privata della famiglia Corsini, che va ringraziata per averla messo a disposizione di tutti quelli che ne vorranno usufruire".

     

    "Un grazie – ha tenuto a dire – va naturalmente ai Pellegrini Mercatalini, che hanno portato alla riscoperta di un bene pubblico, la fonte dell’acqua. E, proprio per quest’occasione sono venuto volentieri come sindaco, e mi sono voluto mettere la fascia per sottolineare questo aspetto: quando si recupera una cosa per tutti attraverso, un lavoro come questo, si fa un bene alla collettività".

     

    Sul posto sono state installate anche due poesie, una in particolare di Anna Maria Sardelli una signora di Mercatale che ha frequentato nel tempo il luogo, dedicandogli una poesia.

     

    “Borro de’ pollai”

    Piccola fonte d’acqua chiara

    in mezzo ai pini,
     

    il vecchio lavatoio, l’abbeveratoio
     

    sul ramo un passerotto gorgheggia il suo richiamo.
     

    Cielo terso, azzurrino, il sole crea arabeschi d’oro
     

    Fra gli aghi dei pini.
     

    Primule gialle nel prato,
     

    odor di muschio, di biancospino
     

    e un giorno d’estate lontano.
     

    Limpide acque di fonte
     

    quasi dimenticate ancor rivedo
     

    quel sentiero e il vecchio Borro
     

    un dolce, tenero ricordo.

     


     

    Un’altra poesia incisa su cotto è stata posta da Gianfranco Scialabba, breve ma intensa di significato si legge: Fonte dei Pollai quanta acqua elargirai da quel dì all’eternità…

     

    Sul posto anche un mezzo messo a disposizione della Protezione Civile della Misericordia di San Casciano. La serata si è conclusa con un momento conviviale all’Osteria Le Corti.

     

    Il prossimo impegno dei Pellegrini Mercatalini quale sarà? "I progetti ci sono, tutti riguardanti i  nostri luoghi – ci ha detto Gianfranco Scialabba – per il momento però godiamoci quest’ultima impresa".

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...