spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scarti di pelle e stoffa gettati nel cassonetto della carta in via Salvador Allende

    Sembrerebbe che l’operatore Alia aprendo uno dei sacchetti abbia trovato un indizio che potrebbe portare all’industria di produzione del pellame

    SAN CASCIANO – La piaga dell’abbandono degli scarti industriali nei cassonetti non si ferma.

    Per ultimo ieri mattina, mercoledì 6 aprile, in via Salvador Allende, sotto il campo sportivo del capoluogo.

    Dove un cassonetto giallo, per la raccolta della carta e cartone, è stato riempito da grossi sacchi pieni di ritagli di pelle e stoffa.

    Ad accorgersene è stato un cittadino, che ha fermato un operatore di Alia facendogli presente del materiale non conforme all’interno del contenitore.

    Non è la prima volta che i cassonetti di via Allende vengono riempiti di questi scarti industriali, che devono essere trattati con procedure specifiche.

    Sembrerebbe che l’operatore Alia, aprendo uno dei sacchi, abbia trovato un indizio che potrebbe portare all’industria di produzione del pellame, per questo sono state avviate le procedure d’accertamento.

    I cassonetti sono posti in mezzo a un ampio complesso di case sotto il campo sportivo, chi lascia questi rifiuti speciali rischia di essere notato.

    Anche se, visto il ripetersi dei casi,  alcuni residenti si domandano: “Perché non vengono messe delle telecamere?”. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...