spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La donna si è rivolta ai carabinieri di Grassina: quattro arresti, 7kg di hashish rinvenuti

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Operazione antidroga molto consistente quella portata a termine ieri dai militari della Stazione carabinieri di Grassina: la parola fine è arrivata al culmine di una intensa attività d’indagine informativa e investigativa, iniziata nel giugno scorso. Scaturita dalla disperazione di una madre.

     

    L'operazione, denominata “MAX”, si è chiusa con il rinvenimento di 7 kg circa di hashish, 60 grammi di cocaina e di numerose fiale contenenti sostanze anabolizzanti (nella foto). Inoltre, sono state tratte in arresto quattro persone, mentre altri quattro sono stati inseriti nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Firenze. L'accusa è ovviamente quella di traffico si sostanze stupefacenti.

     

    L’attività d’indagine è nata, come anticipato, dalla disperazione di una madre grassinese che denunciava le continue vessazioni e richieste di denaro del figlio, tossicodipendente, che faceva ricorso a qualsiasi espediente per l’acquisto di cocaina .

     

    Le indagini hanno permesso il rinvenimento di un motociclo (subito riconsegnato al legittimo proprietario) e di un orologio Rolex rubato, utilizzato come merce di scambio per l’acquisto di cocaina e hashish. 

     

    E' iniziata da qui l'indagine più complessa, che ha permesso di disarticolare un sodalizio criminoso costituito per la maggior parte da persone senza precedenti di polizia. Che, dopo aver importato sostanza stupefacente (hashih e cocaina), nonché sostanze anabolizzanti come nandrolone e testosterone dalla Spagna e dall’Olanda, la smerciava nella zona ed a alcuni frequentatori di palestre di Firenze  (Ricorboli) e nel comune di Pontassieve.

     

    Sono state quindi messe in campo numerose perquisizioni personali e domiciliari, che hanno portato, nel giro di pochi giorni, all’arresto di M.D. di 40 anni, italiano disoccupato, trovato in possesso di 60grammi di cocaina e anabolizzanti; B.B., 35 anni, italiano disoccupato, trovato in possesso di circa 2,7 kg di hashish e anabolizzanti; i fratelli F.A. e F.S., di 34 e 36 anni, trovati in possesso di 4,5 kg di hashish.

     

    L’operazione ha permesso di identificare altre tre persone: A.M. di 28 anni, C.G. di 38 anni e F.F. di 49 anni, tutti deferiti all’autorità giudiziaria. Inoltre è stato identificato anche un soggetto italiano, V.A. di 27 anni, segnalato alla Prefettura di Firenze in quanto consumatore di hashish.

     

    Infine, il ragazzo denunciato dalla madre (adesso più serena)  si trova presso un centro di recupero per tossicodipendenti in una località in Toscana.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...