lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    Turista turco-svizzero ritrovato: era tornato a casa sua in Svizzera

    Il 47enne aveva fatto perdere le sue tracce nellla zona della Fattoria La Ripa. Per cercarlo in campo uomini e mezzi

    BARBERINO VAL D'ELSA (BARBERINO TAVARNELLE) – E' stato ritrovato il turista turco-svizzero scomparsi ieri, venerdì 3 gennaio, nella campagna di Barberino Val d'Elsa. 

     

    Era tornato a casa sua, in Svizzera, senza dirlo a nessuno né avvisare. Allarmando tutti e costringendo a mettere in campo un vasto dispiegamento di uomini e mezzi.

     

    I vigili del fuoco del Comando di Firenze erano infatti intervenuti nella zona della scomparsa, presso la Fattoria La Ripa, nel pomeriggio del venerdì. 

     

    Il disperso era un uomo, nato nel 1972. Si trattava di un turista: vive in Svizzera (appunto) ed era in Chianti insieme alla moglie. Al momento della scomparsa indossava jeans scuri, giubbotto tipo Woolrich di colore scuro, scarpe marroni, maglione a righe nere e grigie.

     

    Sul posto si era subito diretta anche un UCL (Unità Comando Locale) e personale del nucleo cinofili vigili del fuoco

     

    Poi, via via che avanzaza la notte, vi si era diretto anche personale del nucleo SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) dei vigili del fuoco. 

     

    di MATTEO PUCCI

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino