spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Maggio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vino, slittano a marzo le Anteprime 2022: compresa quella del Chianti Classico

    Regione Toscana e Camera di Commercio, d’intesa con tutti i Consorzi, hanno ritenuto opportuno rinviare lo svolgimento dal 19 al 25 marzo

    FIRENZE – Le Anteprime di Toscana 2022 slittano a marzo.

    La Regione Toscana e la Camera di Commercio, d’intesa con  tutti i Consorzi  coinvolti, hanno ritenuto opportuno rinviare lo svolgimento della attesa  manifestazione a causa della situazione pandemica.

    Per questo Anteprime di Toscana si terrà dal 19 al 25 marzo 2022, con il seguente programma.

    • 19 marzo PrimAnteprima
    • 20 marzo Chianti Lovers
    • 21-22 marzo Chianti Classico Collection
    • 22-23 marzo Anteprima Vernaccia di San Gimignano
    • 23-24 marzo Anteprima Vino Nobile di Montepulciano
    • 25 marzo Anteprima l’Altra Toscana

    “Dopo esserci consultati  – ha detto la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – alla luce del momento ancora di emergenza che stiamo vivendo e che ci auguriamo possa allentarsi nei prossimi mesi, abbiamo deciso di rimandare questo  appuntamento che per la sua importanza è giusto si debba svolgere in tempi di maggiore tranquillità”.

    “Sappiamo – ha concluso – quanti sono i giornalisti che attendono di partecipare alle Anteprime di Toscana e vogliamo consentire loro di farlo in pienezza e serenità, un dovere che abbiamo nei loro confronti e nei confronti dei nostri vini”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...