spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 18 Settembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    VIDEO / Esplosione di Dudda, le immagini dall’elicottero e la ricerca con i cani fra le macerie

    Nelle riprese girate dai vigili del fuoco, si vede in modo ancor più chiaro (e drammatico) quanto accaduto questa mattina alle 9 nel borgo grevigiano

    DUDDA (GREVE IN CHIANTI) – Nelle immagini girate dai vigili del fuoco, vediamo il luogo dell’esplosione di questa mattina, il borgo di Dudda, dall’elicottero (sopra).

    Nell’altro video, qua sotto, si vede invece la ricerca fra le macerie con l’ausilio dei cani molecolari.

    Dopo il recupero del primo disperso, purtroppo senza vita, avvenuto attorno alle 11 di questa mattina (aveva 64 anni), il secondo corpo estratto dalle macerie è stato quello del secondo uomo.

    Si tratta del compagno della donna, entrambi di 62 anni: insieme avevano acquistato questa casina in Chianti.

    Ed erano venuti questa mattina nel piccolo borgo sopra alla frazione di Dudda, nel comune di Greve in Chianti.

    Insieme al 64enne, ex marito della donna, sembra dovessero sistemare le tende della casa, acquistata da poco.

    # Esplosione Dudda, crolla una casa. Due uomini estratti senza vita. La donna è ancora dispersa

    # FOTO / L’esplosione nel Borgo di Dudda, le immagini. Come una guerra o un terremoto

    # ESCLUSIVA / “Potavo una siepe, ho sentito il botto. E una donna che diceva: Ho caldo, ho caldo”

    # L’EDITORIALE DEL DIRETTORE / L’esplosione di Dudda. Una casa che si sbriciola, per uno dei giorni più brutti del Chianti

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...