spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Servizio civile alla Misericordia di Impruneta: sei i posti disponibili

    C'è tempo fino al 30 giugno per farsi avanti. La proposta è rivolta a ragazzi e ragazze dai 18 ai 28 anni

    IMPRUNETA – La Misericordia di Impruneta ha aperto il bando per il servizio civile 2016: c'è tempo fino alle 14 del 30 giugno per farsi avanti. I posti sono sei e verranno assegnati a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 e i 28 anni.

     

    Possono partecipare alla selezione tutti giovani, senza distinzione di sesso che siano cittadini italiani o dei Paesi dell'Unione Europea o cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e tutti i cittadini che non hanno riportato condanna (anche non definitiva alla pena della reclusione, superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata).

     

    Possono presentare domanda i giovani risultati idonei non selezionati, non idonei o esclusi, alle selezioni del Bando Garanzia Giovani e tutti coloro che hanno presentato domanda sullo stesso Bando (GG).

     

    “Il servizio civile per i ragazzi è un’occasione di crescita personale, che aiuta a capire come relazionarsi con chi ha bisogno di aiuto. Inoltre è anche un’occasione lavorativa” dichiara il vice provveditore Claudio Vestri. Per informazioni telefonare allo 055-201-10-88.

     

    di Costanza Masini

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...