giovedì 21 Gennaio 2021
Altre aree

    “Una Spa per gestire la Fi-Pi-Li? Non si potrebbe farlo anche con la Firenze-Siena?”

    Un lettore commenta così la proposta del presidente regionale, Eugenio Giani, sulla Firenze-Pisa-Livorno: "Ma il nostro rapresentante Pescini di cosa si sta occupando?"

    Buongiorno direttore, le scrivo a seguito dell’intervista fatta da La Nazione (e che ho letto) al governatore Eugenio Giani, dove si parla di tutto, dalla politica, al Covid passando per i rapporti Stato-Regioni.

    Ma la cosa a cui viene dato risalto è la costituzione di una Spa per la gestione della Fi-Pi-Li.

    E qui salto sulla sedia, essendo io un pendolare da 30 anni che tutti i giorni da Tavarnelle  percorre la Firenze-Siena, visto le condizioni in cui questa arteria si trova.

    E con i lavori che ancora dopo anni e proteste dei sindaci del chianti non sono ancora terminati.

    Ponte riaperto ma ancora uno scambio di carreggiata per la sostituzione del guard rail da mesi.

    # Massimiliano Pescini: “Su Autopalio impossibile pensare a gestione come per la Fi-Pi-Li”

    A questo punto faccio alcune riflessioni:

    1) E’ mai possibile che non ci sia mai attenzione per l’Autopalio da parte della regione o ANAS se non dopo proteste di cittadini o amministratori?

    2) Se dopo il Covid torneranno i turisti (come tutti si augurano) nel Chianti vogliamo dare un’infrastruttura all’altezza a chi ci verrà a visitare magari senza scambi di carreggiata pericolosi e lavori infiniti?

    3) Questa Spa non potrebbe gestire anche l’autopalio investendo dei una parte soldi del Recovery Fund?

    Poi penso: ma il nostro rappresentante in consiglio regionale Pescini, ex sindaco di San Casciano, che tutti noi abbiamo salutato con entusiasmo (io compreso) per la sua elezione in Regione, di cosa si sta occupando?

    Ringrazio in anticipo il Gazzettino per l’attenzione.

    Stefano Righi
    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...