spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Uomo esce di casa è dà in escandescenze in Borgo Sarchiani. Eventi ripetuti, c’è preoccupazione

    Anche stamani mattina il 40enne è uscito di casa fra urla e pugni alle auto in sosta. E' lo stesso che l'1 luglio venne fermato dalla polizia locale al Tondo delle Corti

    SAN CASCIANO – C’è preoccupazione da parte dei residenti e dei commercianti di via Borgo Sarchiani, a San Casciano.

    Per alcuni episodi avvenuti nei giorni scorsi, che si sono ripetuti nella mattinata di oggi, mercoledì 13 luglio.

    Un uomo, straniero, probabilmente di nazionalità senegalese, che vive in un appartamento in via Borgo Sarchiani, dà costantemente in escandescenze.

    Uscendo, urlando per la strada e prendendo a pugni le auto in sosta. Alternando momenti di lucidità a scatti d’ira.

    Di tutto questo ne sono a conoscenza le forze dell’ordine di San Casciano, sia la polizia locale che i carabinieri della Stazione di piazza Cavour, che hanno già attenzionato l’uomo. Che dovrebbe avere circa 40 anni.

    Peraltro, era già avvenuto un episodio che aveva richiesto l’intervento delle forze dell’ordine e della Misericordia l’1 luglio scorso.

    Quando il 40enne aveva preso a pugni le auto in transito sulla via Grevigiana, al Tondo delle Corti: in quel caso la polizia locale (seguita alla fine anche da una pattuglia dei carabinieri) era intervenuta per riportarlo alla ragione.

    # San Casciano, uomo dà in escandescenze e prende a calci l’auto dei vigili: necessarie le manette

    Purtroppo questi episodi si stanno ripetendo, e c’è molta preoccupazione e timore che possa succedere qualcosa di più grave.

    Proprio questa mattina una signora, anziana, dopo aver assistito alle grida e all’agitazione dell’uomo, per paura si è fatta accompagnare a casa da un conoscente.

    “Che cosa dobbiamo aspettare, che un giorno esca da casa magari in preda all’ira con un coltello in mano?” ci dice un residente di Borgo Sarchiani.

    “Si capisce che è una persona con problemi – prosegue – Probabilmente deve essere curato e assistito. Questo anche per il suo bene”.

    Una situazione non facile da risolvere e, nello stesso momento, da non sottovalutare. Per il bene dello stesso uomo e per tutta la popolazione.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...