domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    Vaccini anti Covid in Toscana: la Regione propone un video e due immagini per informare

    Pensato in particolare per dare informazioni agli over 70. Il punto sull’andamento della campagna vaccinale in Toscana in due info grafiche riepilogative

    FIRENZE – “Più ti curi, più sicuri”, la campagna di comunicazione della Regione Toscana, finalizzata a informare sui percorsi di vaccinazione anti Covid attualmente in atto, si arricchisce di un nuovo strumento informativo.

    Dedicato in particolare alle persone over 70 al momento della prenotazione sul portale regionale, ad agende aperte.

    Il tutorial proposto è un manuale elettronico, che guida passo dopo passo a prenotarsi sul portale.

    Spiegando come procedere ad ogni singolo passaggio per fissare data, orario e luogo della somministrazione del vaccino, destinato alla propria categoria di riferimento, come indicato dal piano nazionale vaccinale.

    Il video spiega come prenotarsi anche attraverso l’utilizzo del linguaggio dei segni per i non udenti.

    E’ in corso di realizzazione un tutorial anche per le persone con elevata fragilità.

    Le infografiche

    Nel frattempo la Regione Toscana ha realizzato per le persone “estremamente vulnerabili” un’infografica che spiega chi necessita di prenotazione e chi no, sulla base dell’area di patologia di appartenenza.

    Le cui tabelle di riferimento sono su regione.toscana.it/vaccinicovid, che consentono di verificare la presenza proprio codice di esenzione.

    Infografica persone estremamente vulnerabili

    La Regione Toscana ha, inoltre, realizzato una infografica riepilogativa sull’andamento dei vari filoni della campagna vaccinale attualmente in corso.

    Che riportiamo qui sotto.

    Infografica vaccini generale

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...