spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 4 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I genitori dei bambini della 1A e 1B di Strada in Chianti dicono grazie alle insegnanti

    Alla fine di un'annata molto complicata il ringraziamento per l'impegno e la dedizione di questi mesi. Nei giorni scorsi li hanno portati anche in "gita virtuale"... in fattoria

    STRADA (GREVE IN CHIANTI) – Sta per finire la scuola e dopo un’annata difficile le rappresentanti delle classi 1A e 1B della scuola primaria “Giulio Bucciolini” di Strada in Chianti, Sara e Simona, per conto di tutti i genitori delle classi, vogliono ringraziare le maestre dei loro bambini, per l’impegno e la dedizione dimostrata in questi mesi.

    Impegno dimostrato anche mercoledì scorso, quando le maestre hanno organizzato una “Gita Virtuale”.

    “E’ stato una anno davvero complicato – ci dice Sara – i bambini sono passati dall’asilo in assoluta normalità, ad una scuola elementare stravolta, tutti a sedere ai banchi, senza sala mensa, sempre le mascherine a coprire naso e bocca”.

    “Tutte misure – precisa – che hanno reso sicura la presenza dei bambini nella scuola e la coesistenza con le maestre e le operatrici Ata ma che hanno ampliato le difficoltà”.

    “Vogliamo dire grazie alle maestre – prosegue – e a tutto il comparto scuola, per aver comunque cercato di alleviare questa situazione. Ciò che hanno organizzato mercoledì scorso è l’ennesima dimostrazione del loro impegno. I bambini si sono divertiti molto, un cambiamento rispetto alla routine quotidiana che ha significato molto per loro e per noi genitori”.

    “Purtroppo quest’anno per i bambini è stato un anno davvero difficile – conferma Patrizia Moroni, una delle maestre – Nel tentativo di far capire loro che la scuola non è solo studio in classe sui banchi, ma anche interazione con il mondo esterno, abbiamo cercato una modalità che ci permettesse, nel rispetto delle regole, di far fare una gita virtuale ai bambini. Proposta subito ben accolta dalla preside”.

    “Insieme ad altre mie colleghe – racconta ancora – Maria Romanelli, Maria Fallato, Rosangela Venturiello, Alessia Santini e Maddalena Castiello e con il supporto del personale Ata che ringraziamo, abbiamo organizzato, con l’utilizzo della LIM e di alcuni video, una gita virtuale in fattoria”.

    “Un percorso che li ha coinvolti tutto il giorno – riprende – ai bambini è stato fatto portare solo un cappellino per il sole, l’astuccio e la borraccia”.

    “La giornata ha visto in mattinata la visione di un video di una gita vera – spiega – dove i bambini potevano intervenire con domande su ciò che vedevano, una ricreazione in giardino più lunga ed un laboratorio sulla creazione di origami in relazione a ciò che avevano visto”.

    “Il pranzo si è svolto all’esterno – dice ancora la maestra – con il pranzo a sacco della mensa. Nel pomeriggio abbiamo proiettato un altro video, fatto da una fattoria didattica; anche qui con la massima interazione tra noi ed i bambini su ciò che vedevano, seguito da un laboratorio con la creazione di animaletti con gomitoli di lana”.

    “Ovviamente – conclude – tutti ci auguriamo di poter tornare il prima possibile alla normalità, con gite vere in musei e fattorie didattiche. Ma per l’attuale situazione, questo era il massimo che potevamo fare. Siamo comunque molto contente, perché i bambini si sono divertiti, hanno appreso in modo diverso, hanno scoperto una differente versione della scuola ed almeno per un giorno, hanno un po’ stravolto la quotidianità scolastica”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua