spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    18enne morto in incidente stradale in via Senese: incredulità, dolore, silenzio

    La scuola di Simone "sconvolta". Silenzio e ricordo del sindaco all'inaugurazione dell'Expo del Chianti Classico

    STRADA (GREVE IN CHIANTI) – Ci sarà da cercare di capire come è andata. Cosa sia successo di preciso sulla salita del San Gaggio, in via Senese, mercoledì 4 agosto attorno alle 18.30.

    Perché e come Simone Camiciotti, stradese, 18 anni compiuti il 23 luglio scorso, abbia impattato con un auto che, pare, stesse svoltando. Saranno gli agenti della polizia municipale a doverlo chiarire.

    Perché da un codice rosso che comunque, tutto sommato, si presentava grave ma che non sembrava drammatico, in poche ore si sia scivolati verso un destino tragico e fatale

    Ma adesso per la famiglia di Simone, per i suoi amici, per tutta Strada e per Greve in Chianti, è il momento del dolore. Un misto fra lacrime e incredulità.

    Il dolore della scuola che frequentava Simone, l’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Salvemini – Duca d’Aosta”, che ha affidato il suo sconcerto a poche righe pubblicate sul suo sito web.

    “Tutto l’Istituto – si legge – sconvolto dalla notizia della prematura scomparsa dello studente Simone Camiciotti, si stringe intorno alla famiglia”.

    Anche il sindaco di Greve in Chianti, Paolo Sottani, è rimasto profondamente colpito dopo essere stato raggiunto dalla notizia nel primo pomeriggio di ieri, giovedì 5 settembre.

    Tanto che più tardi, all’inaugurazione della 49esima edizione dell’Expo del Chianti Classico in piazza Matteotti, ha tolto la musica che da tradizione accompagna il taglio del nastro.

    “Un momento di silenzio – ha detto poi dal palco – per ricordare un ragazzo, un “nostro” ragazzo. Per esprimere la profonda vicinanza della comunità a una famiglia travolta da un dolore troppo grande”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...